Fondi, gli esteri rendono di più

Un rendimento medio del 12,3% per gli stranieri contro il 7,6% degli italiani. E’ il gap che separa le performance realizzate nei primi 9 mesi del 2019 dai fondi comuni d’investimento del Vecchio Continente da quelli delle società di gestione del nostro Paese. Lo rivela una ricerca del family office Tosetti Value riportata oggi il Sole24Ore che imputa i minori rendimenti alle dimensioni troppo ridotte di molte sgr italiane, impossibilitate a realizzare le giuste economie di scala. Soltanto 2 società di gestione domiciliate a sud delle Alpi, cioè Eurizon e Anima, compaiono infatti  nella classifica delle 30 maggiori case di asset management attive nel continente.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!