Pir, una riforma per rimediare al disastro

A
A
A
Marcello Astorri di Marcello Astorri 21 Novembre 2019 | 11:04

Sui Pir continuano a piovere deflussi, mentre sullo sfondo la politica lavora per farli ripartire. Come riporta Il Sole 24 Ore, in base ai dati di ieri pubblicati da Assogestioni i Piani individuali di risparmio hanno avuto riscatti nel terzo trimestre per 354 milioni di euro. Una situazione più o meno simile a quanto si era verificato nel trimestre precedente che aveva fatto segnare un -361 milioni. Sebbene il patrimonio sia rimasto stabile a quota 18,5 milioni, l’encefalogramma del mercato è piatto e i prodotti sul mercato sono scesi da 71 a 69. Una situazione che si è innescata dalla riforma di un anno fa, quando il governo gialloverde aveva introdotto l’obbligo ai Pir di investire il 3,5% sull’Aim e il 3,5% in venture capital. In base a un report di Equita, le stime di raccolta netta per il 2019 sono negative per 700 milioni.

Motivi sufficienti per innescare un tentativo trasversale delle forze politiche di maggioranza e opposizione per correre ai ripari. L’occasione per modificare la normativa è la manovra 2020 attualmente alle prese con gli emendamenti. L’ultima proposta firmata dal senatore del M5S Cristiano Anastasi, prevede una rimodulazione dei vincoli. Da due ne rimarrebbe uno solo, al 5%: i gestori, quindi, sarebbero obbligati a investire tale quota in società di capitalizzazione inferiore al Ftse Mid cap. Un altro emendamento del Pd, invece, punta a innalzare le soglie di investimento che possono essere considerate per l’esenzione fiscale da 30.000 a 100.000 euro per i privati. E a inserire una riserva dell’1,5% per investimenti in fondi o società che puntano su start up o pmi innovative. Quasi sicuramente si farà qualcosa. È da vedere cosa emergerà, alla fine, dalla montagna di emendamenti attualmente all’esame delle Camere. 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Investimenti, un approccio diverso per rispondere al Coronavirus

Le cosiddette strategie unconstrained sono approcci al portafoglio caratterizzati da un’asset ...

Asset allocation, l’oro rimane una tentazione

Vi proponiamo di seguito un commento sull’oro a cura di Sean Markowicz, CFA, Strategist, Research ...

Pictet AM: Fixed Income – Sbloccare il capitale umano nelle economie emergenti

Sbloccare il capitale umano è fondamentale per liberare il potenziale delle economie emergenti. La ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X