Ubp, un’ottima crescita del patrimonio in gestione

A
A
A
Avatar di Redazione22 gennaio 2020 | 17:24

Il patrimonio in gestione ha raggiunto i 140,3 miliardi di franchi, pari a un aumento del 10,6% rispetto al 2018. Ciò è il risultato dell’andamento favorevole dei mercati e delle buone performance dei mandati di gestione nonché dei notevoli afflussi netti di capitali (4,5 miliardi di franchi) provenienti soprattutto dalla clientela privata, ma anche dalla clientela istituzionale. L’Asia ha fornito un importante contributo alla crescita organica di UBP nel 2019, così come il Medio e l’Estremo Oriente e l’Europa dell’Est. Inoltre, sono stati realizzati investimenti significativi a Londra, Lussemburgo, Monaco e Zurigo sia nel segmento della clientela istituzionale sia in quello della clientela privata.

ricavi hanno registrato un leggero incremento (+0,6%) attestandosi a 1,07 miliardi di franchi a fine 2019. Il margine d’interessi netto è rimasto stabile (-0,7%) nonostante l’impatto dei tassi negativi. Le commissioni di borsa sono salite dell’8%. D’altro canto, la mancanza di volatilità sui mercati valutari si è tradotta in una flessione (12%) delle operazioni di cambio.

costi d’esercizio, in rialzo del 3,9%, ammontano a 725,2 milioni di franchi per l’effetto degli investimenti realizzati a Londra (ACPI) e Lussemburgo (Carnegie) e di quelli, significativi, destinati al digitale.

L’utile netto si è attestato a 187,8 milioni di franchi rispetto ai 202,4 milioni di un anno prima (-7,2%). Questo risultato tiene conto della vendita di un immobile a Londra e del pagamento di 14 milioni di dollari al Dipartimento di giustizia americano («DoJ») nell’ambito dello «Swiss Bank Program». Il cost/income ratio  è stato pari  al 67,9% (65,8% a fine 2018).

«Il nostro settore è chiamato ad affrontare considerevoli sfide, tra cui i tassi d’interesse negativi, la pressione sui margini, la concorrenza di nuovi attori e lo sviluppo del digitale. È dunque essenziale anticipare, rinnovare e adeguare costantemente la nostra offerta per rispondere alla rapida evoluzione della domanda da parte dei clienti privati e istituzionali, come è stato dimostrato dal successo ottenuto dalla nostra offerta di prodotti sui private market», dichiara Guy de Picciotto, CEO di UBP.

Il totale di bilancio è rimasto stabile a 32,8 miliardi di franchi al 31 dicembre 2019 (rispetto a 32,6 miliardi a fine 2018) e l’indice di capitalizzazione Tier 1, che si è attestato al 25,6%, è ampiamente al di sopra del requisito minimo di Basilea III e della FINMA. L’indice di copertura della liquidità a breve termine (LCR) è pari al 316,4%.

UBP si conferma dunque una banca dalla solida capitalizzazione e dotata della base finanziaria necessaria a proseguire il suo sviluppo in Svizzera e su scala internazionale

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

UBP, 2020: “L’economia globale a un bivio”

Ubp, in arrivo un nuovo fondo long short sulla tecnologia

UBP lancia la strategia UBAM per potenziare l’offerta negli investimenti azionari

Ubp, il bilancio sorride

Ubp, salta il capo del pb

UBP: mercati emergenti, chi vince e chi perde nel 2019

Ubp punta sulla sostenibilità con Positive Impact Equity

UBP prende ACPI Investments Limited

UBP, utile su del 5,3% nel primo semestre

Nuova strategia Investment grade per UBP

Ubp fa shopping in Lussemburgo

Ubp lancia un fondo arbitrage azionario

UBP: oro, partenza sprint a inizio 2018

UBP: Giappone, da Abenomics primi effetti positivi

In Asia Julius Baer strappa un manager a Ubp

UBP: azionario Europa, crescita degli utili attesa tra il 10% e il 12% nel 2018

Ubp lancia una nuova strategia sul debito sovrano emergente

UBP: euro verso possibili nuovi massimi contro il dollaro

UBP: accordo Opec, la strada è ancora lunga

UBP archivia il semestre con utili in crescita

Ubp: come proteggersi dal protezionismo

UBP: potenziali sottoperformance in vista per il debito sovrano europeo

Le banche svizzere alla conquista dell’Asia

Ubp: Bce sulla difensiva per buona parte del 2017

UBP chiude il 2016 in forte crescita

UBP: l’oro risente delle politiche della Fed

UBP e Partners Group lanciano una strategia innovativa sul reddito fisso

UBP: nel 2017 vento in poppa per le convertibili

Ubp: Cina, nel 2017 occhi puntati sull’azionario

UBP: Azionario, 2017 in crescita per le “smid cap” europee

Ubp: obbligazionario, ritorni sostenuti possibili solo con una strategia dinamica

Ubp: Opec, strategia fallimentare o vincente?

Ubp, Benjamin Schapiro rafforza il team sui bond convertibili

Ti può anche interessare

Cambiano i Pir, convergenza sul vincolo al 5%

Dalla selva di emendamenti, riemerge una proposta unitaria della maggioranza per riformare i Piani i ...

Salone del Risparmio, Schroders porta un innovatore “rigenerativo”

E se a salvare il mondo fossero business e finanza? Schroders porta al Salone del Risparmio la visi ...

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 29/05/2019

La rubrica del risparmio gestito. ...