Asset allocation, un approccio flessibile per difendersi dal Coronavirus

A
A
A
Avatar di Redazione18 febbraio 2020 | 12:12

Vi proponiamo di seguito un commento a cura di Talib Sheikh, Head of Strategy Multi-Asset di Jupiter Asset Management.

Il commento è incentrato sul ruolo chiave della gestione flessibile che caratterizza gli investimenti multi asset in un momento storico in cui il coronavirus ha fatto crollare i prezzi degli asset. Buona lettura.

Una volta dissipati i timori della recessione, i mercati si sono ripresi nel quarto trimestre e ulteriormente a gennaio. Ma tutto si è ribaltato quando il coronavirus ha fatto crollare i prezzi degli asset. Come può un portafoglio multi-asset far fronte a shock di mercato imprevedibili in uno scenario di fase avanzata del ciclo già agitato?

Il coronavirus è un buon esempio di come anche la più esaustiva narrativa macro possa essere spazzata via completamente. Una catastrofe umana prima di tutto, ma che ha anche sconvolto i mercati in quanto ridurrà la crescita economica – anche se resta ancora da vedere di quanto.

Come possiamo affrontare qualcosa di così inaspettato? La prima soluzione è un’accurata gestione del rischio e il mantenimento del giusto livello di diversificazione, che è diventato più difficile dopo l’enorme calo dei rendimenti obbligazionari degli ultimi vent’anni. Il vantaggio degli approcci multi-asset è che possono diversificare, ma per ottenere il giusto livello di diversificazione sono necessarie disciplina e competenza.  

La seconda è quella di essere attivi e flessibili, in grado di adattarsi ai cambiamenti improvvisi. Anche prima dello shock del virus, eravamo sempre più preoccupati per il sentiment frivolo. La protezione azionaria della nostra strategia e i titoli di Stato hanno fornito un ammortizzatore a fronte del peggioramento dei mercati.

La terza alternativa è quella di avere un processo di investimento disciplinato in grado di valutare correttamente l’impatto di uno shock esterno. Un quadro coerente e rigoroso può aiutare ad evitare di essere travolti dal panico. Come può la nostra strategia reagire al meglio a shock imprevisti come il coronavirus?  Abbiamo avuto una visione piuttosto coerente a lungo termine: il mondo si trova in un ambiente ” confusionario” in cui la crescita dei trend continua ad essere contenuta. Nel 2019, una recessione produttiva indotta dalla guerra commerciale ha portato la crescita al di sotto del trend di lungo termine. Abbiamo iniziato il 2020 con la speranza che la fine di quella recessione e la politica monetaria espansiva avrebbero riportato la crescita verso il trend, ma che l’aumento delle valutazioni e il sentiment sempre più vivace avrebbero agito come un limitatore di velocità dei prezzi degli asset.

Gran parte di questa prospettiva rimane intatta. La politica rimane accomodante e stabile. Il sentiment e le valutazioni sono ancora elevati. L’impatto chiave del virus sarà sui fondamentali: come previsto, i dati sono migliorati all’inizio dell’anno, ma il virus avrà un impatto significativo sulla Cina e quindi sulla crescita regionale e globale. È improbabile che sia sufficiente a causare una recessione globale, ma l’entità dell’impatto non sarà nota per mesi, se non più a lungo. Gli investitori dovranno affrontare per un po’ un quadro dei fondamentali incerto.

Cosa comporta questo per la nostra strategia? Essere dinamici in questo ambiente paga. Abbiamo ridotto drasticamente il rischio a metà gennaio, spinti da quello che abbiamo visto come un crescente compiacimento del mercato. Questo ha contribuito a proteggere la strategia nella fase di recessione, dopo di che siamo tornati a una posizione più neutrale. Nel lungo termine, siamo intenzionati ad aumentare l’esposizione agli asset di rischio, ma fino a quando il quadro dei fondamentali non diventerà più chiaro, rimaniamo cauti. 

Anche dopo che la cronaca sarà andata oltre il virus, rimaniamo in un ambiente frenetico di fase avanzata del ciclo che continuerà a vedere forti oscillazioni nei mercati. Nell’alternanza di periodi di abbondanza e carestia, un approccio attivo e flessibile può fare la differenza per i nostri clienti.

Informazioni importanti

Le informazioni contenute nel presente documento sono destinate esclusivamente ai membri dei media e non devono essere utilizzate da investitori privati o da altre persone per prendere decisioni finanziarie. 

La presente comunicazione, compresi i dati e le opinioni in essa contenute, non costituisce in alcun modo un invito a investire o a fornire consulenza in materia di investimenti. 

Il presente documento ha solo scopo informativo e non rappresenta una consulenza in materia di investimenti. I movimenti del mercato e dei tassi di cambio possono far diminuire il valore di un investimento, oltre che aumentare, e si può ottenere un ritorno inferiore a quello originariamente investito.

Le opinioni espresse sono quelle del Gestore del Fondo al momento della stesura del presente documento, non sono necessariamente quelle di Jupiter nel suo insieme e possono essere soggette a modifiche. Ciò è particolarmente vero nei periodi di rapida evoluzione delle circostanze di mercato.

Viene fatto ogni sforzo per assicurare l’accuratezza delle informazioni fornite, ma non vengono fornite assicurazioni o garanzie.

Gli esempi della Società sono solo a scopo illustrativo e non sono una raccomandazione di acquisto o di vendita.

Emessa da Jupiter Asset Management International S.A. (JAMI), indirizzo registrato: 5, Rue Heienhaff, Senningerberg L-1736, Lussemburgo, autorizzata e regolamentata dalla Commission de Surveillance du Secteur Financier.  

Nessuna parte di questo commento può essere riprodotta in alcun modo senza la previa autorizzazione della JAMI


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 23/01/2020

Ecco la migliore e la peggiore performance giornaliera nella categoria dei fondi di investimento c ...

BlackRock, utile in calo

Primo trimestre del 2019 in chiaroscuro per BlackRock. Il noto gestore patrimoniale americano, infat ...

I migliori fondi, la classifica top 20 Europa

Mese dopo mese vi presentiamo le classifiche dei migliori prodotti del risparmio gestito disponibili ...