Fondi, strategie alternative firmate K2

A
A
A
Avatar di Redazione 30 Marzo 2020 | 11:22

Anthony Zanolla (nella foto), portfolio manager d K2 Advisors, casa di gestione che fa parte del gruppo Franklin Templeton, illustra a Bluerating.com le caratteristiche delle strategie d’investimento proposte dalla società.

 Può riassumerci le caratteristiche della gamma di prodotti delle strategie alternative e in particolare quelle delle strategie alternative liquide lanciate da K2 Advisors?

Dal 2007, K2 Advisors ha investito attraverso accounts con liquidità gestita giornalmente e oggi, circa il 60% dei 10,7 miliardi di dollari di asset gestiti da K2 si trova in queste strutture (al 31 dicembre 2019). Nell’ottobre 2019, abbiamo ampliato il nostro modello di business nell’offerta di soluzioni di strategie alternative e lanciato una nuova gamma di fondi domiciliati in Lussemburgo – Franklin Templeton Alternatives Funds (FTAF). Questa nuova gamma di strategie alternative offre agli investitori europei l’accesso a cinque strategie liquide UCITS con liquidità e trasparenza giornaliere attraverso la nostra piattaforma Managed Accounts Platform (MAP). Queste strategie alternative sono disponibili per i nostri clienti europei per mandati discretionary/advisory (K2 Advisors lavora con i clienti di Franklin Templeton nello sviluppo di soluzioni di strategie liquid alternative su misura); completamento del portafoglio (K2 Advisors offre una gamma completa di ricerca sulle strategie alternative, nonché strumenti di analisi del rischio e del portafoglio, insieme all’accesso alle loro ricerche sugli investimenti e ai team che si occupano del rischio) e l’accesso ai gestori (fornendo accesso ai gestori di strategie alternative ed alla due diligence ed all’analisi dei rischi di K2 Advisors). Inoltre, K2 Advisors offre altre due strategie agli investitori in Europa: Franklin K2 Alternative Strategies Fund e Franklin K2 Long Short Credit Fund.

 Potreste approfondire queste strategie di investimento?

Le cinque nuove soluzioni delle strategie alternative liquide della gamma FTAF sono: Franklin K2 Bardin Hill Arbitrage UCITS, Franklin K2 Chilton Equity Long Short UCITS, Franklin K2 Electron Global UCITS, Franklin K2 Ellington Structured Credit UCITS e Franklin K2 Wellington Technology Long Short UCITS.

 

  • La strategia Franklin K2 Ellington Structured Credit UCITS investe in titoli RMBS (residential mortgage-backed securities) ed in altro credito al consumo e corporate convertito in titoli negoziabili, come titoli CMBS (commercial mortgage backed securities) e CLO (collateralised loan obligation). La strategia utilizza un approccio basato sul relative value ed alloca il capitale utilizzando i modelli proprietari di Ellington, la ricerca fondamentale, i dati e le analisi.

 

  • La strategia Franklin K2 Bardin Hill Arbitrage UCITS investe in opportunità event/driven che fungono da catalizzatore concentrandosi principalmente sul merger arbitrage. Il gestore investe anche in situazioni speciali legate a eventi societari come spin off, vendite di asset e significativi buyback. Il gestore cerca di generare rendimenti coerenti con bassa volatilità e bassa correlazione con i mercati azionari.

 

  • La strategia Franklin K2 Chilton Equity Long Short UCITS investe in un portafoglio diversificato a livello globale con un focus sugli Stati Uniti. Il gestore cerca di acquistare (e detenere) titoli di società valutate in modo attraente. Il gestore è alla ricerca di attività sostenibili ben gestite, che generano flussi di cassa, che abbiano modelli di business vantaggiosamente competitivi con prospettive favorevoli di crescita degli utili ed una tabella di marcia di diversi anni.

 

  • La strategia Franklin K2 Electron Global UCITS investe in società di servizi e infrastrutture globali negli Stati Uniti, in Europa, Asia e America Latina. La strategia si concentra sull’identificazione e la modellizzazione degli impatti finanziari dei cambiamenti strutturali che incidono sui settori delle utility e delle infrastrutture, ritenendo che questi sviluppi offrano le migliori opportunità per catturare l’alpha poiché incidono in modo diverso sugli utili futuri.

 

  • La strategia Franklin K2 Wellington Technology Long Short UCITS investe in tutto il panorama globale della tecnologia, dei media e delle telecomunicazioni. Il gestore cerca di identificare opportunità a lungo termine nei sottosettori e nelle società che potrebbero generare i rendimenti assoluti più interessanti. I gestori lavorano insieme per scambiare idee, sfidarsi a vicenda e determinare l’allocazione degli investimenti

K2 Advisors ha avuto una lunga collaborazione con tutti e cinque questi gestori di strategie alternative e ha collaborato con diverse strutture tra cui accounts gestiti giornalmente con liquidità prima in una struttura Cayman e, più recentemente, in una struttura UCITS, per servire i nostri clienti europei. Il fondo Franklin K2 Alternative Strategies fund investe attivamente nelle strategie alternative Long Short Equity, Relative Value, Event Driven e Global Macro con l’obiettivo di fornire apprezzamento del capitale e minore volatilità rispetto ai mercati azionari ad ampio raggio. Il fondo cerca di raggiungere il proprio obiettivo di investimento allocando attivamente i propri asset su più strategie non tradizionali o “alternative”. Il Franklin K2 Long Short Credit Fund ricerca il rendimento totale su un ciclo di mercato completo (attraverso una combinazione di reddito corrente, conservazione del capitale e apprezzamento del capitale), allocando i suoi asset attraverso molteplici strategie non tradizionali, includendo ma non limitandosi a quelle fixed income alternative e strategie creditizie.

 Qual è il loro ruolo nell’allocazione patrimoniale globale di un investitore o nel portafoglio costruito da un consulente finanziario per il suo cliente?

Gli investitori, incerti sulle prospettive dei mercati azionari locali e globali o insoddisfatti degli attuali tassi di interesse bassi (o negativi), potrebbero voler prendere in considerazione un’allocazione a strategie alternative meno orientate verso la direzione del mercato, più guidate dall’alpha. I nostri fondi offrono agli investitori un accesso unico a una gamma di strategie alternative diversificate. Miriamo a limitare il rischio downside mentre partecipiamo ai mercati in crescita e ci sforziamo di generare rendimenti fortemente adeguati al rischio mantenendo la correlazione con le classi di attivi tradizionali da bassa a moderata. Inoltre, riteniamo che l’investimento in strategie alternative fornisca elementi costitutivi per la creazione di un’ulteriore diversificazione del portafoglio e che le nostre strategie possano essere utili per gli investitori che cercano i benefici del rischio gestito attivamente e delle fonti di rendimento non correlate.

Quali sono i rischi principali?

Franklin K2 Alternative Strategies Fund

Il valore delle azioni del Fondo e il reddito da esso derivante sono soggetti a rialzi e ribassi e gli investitori potrebbero non recuperare l’intero capitale investito. Il rendimento può risentire anche delle fluttuazioni valutarie. Le fluttuazioni valutarie possono influire sul valore degli investimenti esteri. Il Fondo mira a conseguire il proprio obiettivo di investimento allocando le attività a molteplici strategie “alternative” e investendo in un’ampia gamma di attività. Tali attività e strumenti d’investimento sono storicamente soggetti ad oscillazioni di prezzo dovute a fattori quali la volatilità del mercato azionario generale, variazioni improvvise dei tassi d’interesse o fluttuazioni dei prezzi delle materie prime. Il Fondo cercherà di limitare la volatilità facendo ricorso a strategie di copertura. Di conseguenza, il rendimento del Fondo può registrare moderate fluttuazioni nel tempo. Altri rischi significativi comprendono: rischio di credito, rischio dei derivati, rischio di liquidità, rischio operativo, rischio dell’obiettivo di rendimento, rischio valutario, rischio di leva finanziaria significativa.Per u na descrizione completa di tutti i rischi relativi a questo Fondo, si rimanda alla sezione “Considerazioni sui rischi” del Fondo dell’attuale prospetto di Franklin Templeton Investment Funds.

Franklin K2 Long Short Credit Fund

Il valore delle azioni del Fondo e il reddito da esso derivante sono soggetti a rialzi e ribassi e gli investitori potrebbero non recuperare l’intero capitale investito. Il rendimento può risentire anche delle fluttuazioni valutarie. Le fluttuazioni valutarie possono influire sul valore degli investimenti esteri. Il Fondo mira a conseguire un rendimento totale nel corso di un intero ciclo di mercato, allocando le proprie attività a molteplici strategie “alternative” long/short e investendo in un’ampia gamma di attività, con la possibilità di impiegare attivamente strumenti finanziari derivati. Tali titoli e strumenti d’investimento sono storicamente soggetti ad oscillazioni di prezzo dovute a fattori quali variazioni improvvise dei tassi d’interesse, modifiche delle prospettive finanziarie o dell’affidabilità creditizia percepita di emittenti di titoli oppure fluttuazioni sui mercati valutari. Di conseguenza, il rendimento del Fondo può registrare moderate fluttuazioni nel tempo. Altri rischi significativi comprendono: rischio di controparte, rischio di credito, rischio valutario, rischio dei derivati, rischio dei mercati emergenti, rischio di liquidità, rischio operativo. Per una descrizione completa di tutti i rischi relativi a questo Fondo, si rimanda alla sezione “Considerazioni sui rischi” del Fondo dell’attuale prospetto di Franklin Templeton Investment Funds.

 

Franklin K2 Ellington Structured Credit UCITS, Franklin K2 Chilton Equity Long Short UCITS, Franklin K2 Bardin Hill Arbitrage UCITS, Franklin K2 Wellington Technology Long Short UCITS e Franklin K2 Electron Global UCITS sono comparti di Franklin Templeton Alternative Funds (FTAF), una SICAV domiciliata in Lussemburgo. Franklin K2 Ellington Structured Credit UCITS è destinato esclusivamente a investitori istituzionali, professionali e sofisticati. Il presente documento è destinato esclusivamente a scopi di interesse generale e non costituisce consulenza legale o fiscale né è un’offerta per azioni o un invito a presentare domanda per azioni della SICAV Franklin Templeton Alternative Funds con sede in Lussemburgo. Nulla in questo documento deve essere interpretato come un consiglio di investimento. Le opinioni espresse sono dell’autore alla data di pubblicazione e sono soggette a modifiche senza preavviso. Le sottoscrizioni alle azioni di FTAF possono essere effettuate solo sulla base del presente prospetto e, ove disponibile, del Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID), accompagnato dall’ultima relazione annuale certificata disponibile e dall’ultima relazione semestrale se pubblicata successivamente. Il valore delle azioni in FTAF e il reddito ricevuto da esso possono aumentare o diminuire e gli investitori potrebbero non recuperare l’intero importo investito. Le performance passate non sono un indicatore o una garanzia di performance future. Le fluttuazioni valutarie possono influire sul valore degli investimenti esteri. Quando investiamo in un fondo denominato in una valuta estera, la performance potrebbe anche essere influenzata dalle fluttuazioni valutarie. Nei mercati emergenti, i rischi possono essere maggiori rispetto ai mercati sviluppati. Un investimento in FTAF comporta rischi, che sono descritti nel prospetto dell’FTAF e, ove disponibile, nel Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori. Gli investimenti in strumenti derivati comportano rischi specifici che possono aumentare il profilo di rischio del fondo e sono descritti più dettagliatamente nel prospetto della FTAF e ove disponibili nel relativo documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID). I riferimenti a particolari settori o società sono per informazioni generali e non sono necessariamente indicativi della partecipazione di un fondo in qualsiasi momento. Nessuna azione di FTAF può essere offerta o venduta direttamente o indirettamente a cittadini o residenti negli Stati Uniti d’America. Le azioni di FTAF non sono disponibili per la distribuzione in tutte le giurisdizioni e i potenziali investitori dovrebbero confermare la disponibilità con il loro rappresentante Franklin Templeton locale prima di fare piani di investimento.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fondi di investimento, nuova prodotto sugli emergenti targato FT

Top 10 Bluerating: Franklin Templeton regna nelle convertibili

Consulenti, cosa c’è di buono sui mercati emergenti

Coronavirus, Etf possono essere validi alleati

Esg, alla ricerca dei dati mancanti

Franklin Templeton si compra Legg Mason

Franklin Templeton, un nuovo fondo per puntare sull’innovazione

Franklin Templeton, gli Etf arrivano su Directa e BinckBank

Franklin Templeton, è tempo di Takeaway

Franklin Templeton  lancia la gamma di soluzioni liquid alternative

Franklin Templeton, Quinto alla guida dell’Italia

Franklin Templeton: “L’isterismo sulla curva dei rendimenti”

Franklin Templeton, la ricerca di rendimento sta diventando “green”

Franklin Templeton, Todeschini nuovo etf sales specialist

Franklin Templeton lancia l’ETF Euro Green Bond in Europa

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Franklin Templeton

Franklin Templeton compra Benefit Street Partners

Franklin Templeton e il fascino asiatico

Si rinnovano il marketing e la comunicazione di Franklin Templeton

Franklin Templeton sulla strada della formazione

Cambiano gli emergenti nel portafoglio

Franklin Templeton, roadshow ai nastri di partenza

Quinto (Franklin Templeton): “Con Mifid 2 più forte la nostra partnership con le reti”

Fondi, ecco i big-flop

Beck (Franklin Templeton): “Nell’obbligazionario occorre muoversi oltre il breve periodo”

Franklin Templeton: come gestire la volatilità costruendo il portafoglio

Franklin Templeton, al via il 4 maggio il roadshow in 12 tappe

Quinto (Franklin Templeton): “Così cambieranno i rapporti tra gestori e consulenti”

Molumphy ( Franklin Templeton): “Tassi più bassi del previsto in America”

Franklin Templeton lancia tre nuovi fondi in Italia

Fondi, il n.1 del 2016 è Vanguard

Franklin Templeton: mercati emergenti, cosa ci attende nel 2017

BlackRock e Franklin Templeton ringraziano Trump

NEWSLETTER
Iscriviti
X