Generali, 4,5 milioni per Donnet

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara 1 Aprile 2020 | 12:44
I compensi dell’amministratore delegato e degli altri membri del cda nella relazione sulla remunerazione della compagnia. Più di un milione per il presidente Galateri di Genola

Quasi 1,6 milioni di euro lordi di compensi fissi più 2,67 milioni circa di bonus e poco più di 251mila euro di benefit non monetari. Totale: oltre 4,5 milioni di euro lordi in tutto. Sono le somme incassate per l’esercizio 2019 da Philippe Donnet (nella foto), amministratore delegato del gruppo Generali. Le cifre risultano dalla Relazione sulla politica in materia di remunerazione della compagnia, che verrà presentata alla prossima assemblea di bilancio. Tenendo conto della retribuzione percepita sotto forma di azioni (per la parte di competenza del 2019), la retribuzione dell’a.d. di Generali sale a 6,1 milioni. Oltre ai compensi di Donnet, nella stessa relazione sono evidenziate le retribuzioni per gli altri amministratori: il presidente Gabriele Galateri Di Genola ha incassato nel complesso 1,076 milioni di euro lordi tra emolumenti fissi (971 milioni circa), gettoni di presenza (96mila euro) e benefit non monetari (9.766 euro). L’azionista e membro del cda Francesco Gaetano Caltagirone ha avuto una retribuzione di 255.971 euro lordi, frutto di compensi fissi (quasi 168mila euro) e gettoni di presenza (88mila euro). La retribuzione corrisposta a Roberto Perotti, noto professore della Bocconi e consigliere di amministrazione indipendente di Generali, ammonta invece a  265mila euro lordi circa, frutto di 163mila euro di compensi fissi e 102mila euro di gettoni di presenza.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Educazione finanziaria, 5 incontri con Generali

Generali, corsa a tre su Bbva

Generali, un semestre d’oro

NEWSLETTER
Iscriviti
X