Ubp, sui Btp paura per la mannaia di Standard&Poor’s

A
A
A
Avatar di Redazione 24 Aprile 2020 | 14:23
Il commento di Mohammed Kazmi, macro strategist and fixed income portfolio manager di Union Bancaire Privée, dopo l’Eurogruppo e in vista della decisione di S&P sui governativi italiani.

Commento a cura di Mohammed Kazmi (nella foto).

L’esito dell’Eurogruppo di ieri sera è una delusione per i mercati e ha portato stamattina ad un maggiore allargamento degli spread dei BTP. La mancanza di urgenza sul recovery fund, con proposte da presentare nelle prossime 3-4 settimane, non è ciò a cui si vuole assistere durante una crisi. La mancanza di dettagli sulle dimensioni o sulla struttura del fondo suggerisce inoltre una continua divisione all’interno dell’Eurogruppo. L’unico aspetto positivo è che le aspettative erano già basse prima del meeting, ma il continuo stallo non farà altro che aumentare i rischi al ribasso per la regione. Per ora, ciò significa che l’onere di sostenere gli spread periferici rimarrà a carico della BCE con il PEPP. Rimaniamo cauti sui BTP dopo l’Eurogruppo, e aspettiamo di vedere stasera la decisione di S&P sul rating, dove un eventuale downgrade dei titoli governativi italiani manterrebbe probabilmente sotto pressione gli spread periferici.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ubp, un’ottima crescita del patrimonio in gestione

UBP, 2020: “L’economia globale a un bivio”

Ubp, in arrivo un nuovo fondo long short sulla tecnologia

UBP lancia la strategia UBAM per potenziare l’offerta negli investimenti azionari

Ubp, il bilancio sorride

Ubp, salta il capo del pb

UBP: mercati emergenti, chi vince e chi perde nel 2019

Ubp punta sulla sostenibilità con Positive Impact Equity

UBP prende ACPI Investments Limited

UBP, utile su del 5,3% nel primo semestre

Nuova strategia Investment grade per UBP

Ubp fa shopping in Lussemburgo

Ubp lancia un fondo arbitrage azionario

UBP: oro, partenza sprint a inizio 2018

UBP: Giappone, da Abenomics primi effetti positivi

In Asia Julius Baer strappa un manager a Ubp

UBP: azionario Europa, crescita degli utili attesa tra il 10% e il 12% nel 2018

Ubp lancia una nuova strategia sul debito sovrano emergente

UBP: euro verso possibili nuovi massimi contro il dollaro

UBP: accordo Opec, la strada è ancora lunga

UBP archivia il semestre con utili in crescita

Ubp: come proteggersi dal protezionismo

UBP: potenziali sottoperformance in vista per il debito sovrano europeo

Le banche svizzere alla conquista dell’Asia

Ubp: Bce sulla difensiva per buona parte del 2017

UBP chiude il 2016 in forte crescita

UBP: l’oro risente delle politiche della Fed

UBP e Partners Group lanciano una strategia innovativa sul reddito fisso

UBP: nel 2017 vento in poppa per le convertibili

Ubp: Cina, nel 2017 occhi puntati sull’azionario

UBP: Azionario, 2017 in crescita per le “smid cap” europee

Ubp: obbligazionario, ritorni sostenuti possibili solo con una strategia dinamica

Ubp: Opec, strategia fallimentare o vincente?

NEWSLETTER
Iscriviti
X