Esg con stile alternativo

A
A
A
Avatar di Redazione 28 Aprile 2020 | 11:23

Un comparto Esg con strategie long/short.  Si chiama KIS ActivESG  ed è uno dei prodotti  che compongono la gamma di Kairos Partners Sgr . Ne parla a Bluerating.com  Riccardo Valeri (nella foto), portfolio manager del fondo.

Possiamo descrivere in sintesi le caratteristiche e i tratti distintivi del Comparto?

KIS ActivESG è uno dei primi prodotti Esg in Italia basato su una strategia long-short, un prodotto innovativo che ci differenzia rispetto ai competitor (principalmente fondi long-only). Tale strategia permette di massimizzare i ritorni in caso di mercati al rialzo e di limitare le perdite nelle fasi di ribasso, nonchè limitare la volatilità del Comparto. Il KIS ActivESG viene gestito attivamente mediante un approccio bottom-up basato sull’analisi fondamentale e supportato dall’analisi quantitativa. Su ogni titolo applichiamo una serie di filtri Esg. Tutti i titoli che passano i filtri Esg potranno far parte del portafoglio lungo, al contrario tutti quelli che vengono esclusi diventano potenzialmente parte del portafoglio corto, ovviamente sempre con l’attenzione ai valori fondamentali delle aziende. I dati Esg vengono forniti da Sustainalytics, una delle principali agenzie di rating Esg internazionale indipendente.

 Quali sono le principali ragioni che lo hanno portato a sovraperformare gli indici durante il mese di marzo?

A marzo KIS ActivESG è riuscito a contenere le perdite chiudendo a -1,3%, performance decisamente migliore rispetto ai principali indici mondiali, che hanno registrato perdite ampiamente in doppia cifra (Stoxx 600 ESG -14,4%; Euro Stoxx 50 -16,2%, Ftse Mib -22,4%, Dax -16,4%, S&P -12,3%).

Questo essenzialmente per tre motivi:

  1. I titoli ESG hanno sovraperformato il mercato (MSCI World ESG Leaders vs MSCI World);
  2. Poco dopo lo scoppio del Covid-19 abbiamo subito capito che gli investimenti legati alla parte E (Environmental), fino a quel momento focus principale del mercato, avrebbero potuto subire ritardi in quanto non più priorità dei governi. Abbiamo modificato quindi il Portafoglio verso la parte S (Social), dando più peso a quelle società che offrono servizi a sostegno della popolazione come supermercati, beni di prima necessità, connessioni digitali a supporto del lavoro da casa, farmaceutico e intrattenimento. Tutto questo sempre tenendo conto della parte G (Governance), privilegiando chi ha saputo adattarsi meglio e più velocemente ad uno scenario difficile e assolutamente imprevedibile fino a qualche mese fa;
  3. Il terzo elemento è la flessibilità del prodotto, da intendere sia nel poter cambiare le leve tra E e S all’interno del portafoglio, sia nella possibilità di poter gestire l’esposizione al mercato, reagendo in maniera proattiva alle condizioni di mercato. La flessibilità va interpretata anche come opportunità di tornare ad investire una volta passata questa crisi.

E’ un prodotto che può sostituire un tradizionale prodotto azionario nel portafoglio di un investitore? (o nell’asset allocation costruita per lui da un consulente finanziario di fiducia)

Noi riteniamo di si, il portafoglio di KIS ActivESG ha comunque l’obiettivo di puntare a ritorni simili al mercato azionario (mid-to-high single digit), ma con una volatilità inferiore. Investire in un prodotto Esg long-short dovrebbe verosimilmente migliorare il profilo rischio/rendimento del portafoglio di un potenziale investitore.

 Quali prospettive bisogna attendersi per le performance del Comparto nei prossimi 6 -12 mesi?

È molto difficile fare previsioni soprattutto in un periodo come questo caratterizzato da incertezze a causa del Coronavirus. I governi del mondo occidentale (in particolare quello americano) hanno reagito immediatamente e senza esitazione a questa crisi senza precedenti, con elevate iniezioni di liquidità tali da poterla arginare. La difficoltà sta nel capire quali conseguenze lascerà questa situazione prima che gli interventi dei governi riescano a mitigare i danni economici e gli scienziati riescano a trovare le cure adeguate.

KIS ActivESG ha la massima flessibilità per reagire prontamente ai vari scenari che, come abbiamo visto in queste ultime settimane, cambiano anche da un giorno all’altro. Nei prossimi 6-12 mesi, abbiamo diverse possibilità. L’expertise di Kairos, unitamente alla performance relativa del Comparto e alla sua liquidità, ci danno il vantaggio di selezionare le migliori opportunità di investimento, senza perderci nella frenesia della volatilità dei mercati.

Per quanto riguarda l’outlook del mondo Esg, l’Europa continua a sottolineare l’urgenza di portare avanti gli obiettivi del Green Deal, una volta terminata questa crisi sanitaria, considerando anche alcuni studi che evidenziano una probabile correlazione tra la diffusione del virus e l’inquinamento. Pensiamo quindi che il Green Deal sia solo rinviato, non cancellato. Un esempio è la riunione sul clima, Cop-26 a Glasgow (Scozia), rimandata da novembre 2020 al primo trimestre 2021. Riteniamo che il tema dell’ambiente tornerà attuale, quando questa pandemia sarà, si spera, alle spalle. Sarà quindi il lavoro dei prossimi mesi quello di tornare ad investire sulla componente ambientale, utilizzando in modo opportuno la flessibilità che caratterizza KIS ActivESG. Da ultimo, ma non meno importante, sempre più investitori istituzionali si stanno muovendo verso gli investimenti sostenibili, un trend che è solo all’inizio, ma destinato a durare nel medio-lungo periodo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation: l’outlook su Tlc, utilities e trasporti

Kairos: Alberto Castelli e Caterina Giuggioli entrano nel capitale

Fondi di investimento, nuovo comparto di Kairos con tris di macrotemi

NEWSLETTER
Iscriviti
X