Schroders, il nuovo volto del real estate

A
A
A
Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti 21 Luglio 2020 | 12:37

Il business di Private Asset di Schroders è cresciuto rapidamente nel corso degli ultimi anni. Dato il focus strategico su quest’area, il Gruppo ha ora intenzione di accelerare ulteriormente lo sviluppo del business immobiliare, denominato Schroder Real Estate.

Schroders annuncia la nomina di Sophie van Oosterom, che entrerà nel Gruppo a gennaio 2021 con la carica di Global Head of Real Estate di Schroders, per supervisionare gli investimenti immobiliari, diretti e indiretti.

In precedenza, Sophie van Oosterom è stata CEO e CIO of EMEA di CBRE Global Investors. In questo ruolo, van Oosterom aveva la responsabilità delle strategie d’investimento, performance, operazioni, sottoscrizioni e sviluppo di programmi per l’area EMEA. È stata inoltre membro del Global Executive Committee e del Global Investment Committee, oltre che Presidente dello European Executive Committee e dello European Investment Committee.

Van Oosterom ha iniziato la sua carriera nel real estate e nella finanza nel 1996. Prima di entrare in CBRE Global Investors è stata managing director e European Head of Asset Management dei fondi di private equity di Lehman Brothers Real Estate Partners (oggi Silverpeak Real Estate Partners) con circa 20 miliardi di dollari in gestione, nel momento di massimo.

Georg Wunderlin, Global Head of Private Assets di Schroders, ha commentato:

“Sono lieto di dare il benvenuto a Sophie van Oosterom all’interno del nostro team. Sophie vanta un solido track record nella creazione di business di private asset di successo. Il suo lavoro sarà cruciale per il nostro obiettivo di diventare leader di mercato in questo ambito. Siamo in un momento molto importante nel nostro sviluppo e Sophie porta con sé un bagaglio di esperienza notevole, che ci aiuterà a raggiungere la prossima fase di crescita della nostra piattaforma di real estate e più in generale di private asset”.

Dopo circa 9 anni in Schroders, Duncan Owen ha deciso di lasciare il ruolo di Global Head of Real Estate, a decorrere dal 31 dicembre 2020. Durante la sua permanenza Owen ha rimodellato il business e posto le basi per la crescita. La divisione di real estate è cresciuta fino a raggiungere i 19,2 miliardi di euro[1] e ha registrato solide performance di investimento sotto la guida di Owen. Egli resterà all’interno della stessa divisione, con il ruolo di Special Advisor to Schroders Real Estate, con l’obiettivo di continuare a fornire consulenza a Schroders UK REIT e al consiglio di amministrazione di SREIM in relazione alla nuova entità Schroders Pamfleet acquisita in Asia, di cui continuerà a far parte del board.

Georg Wunderlin, Global Head of Private Assets di Schroders, ha affermato:

“Sono molto grato a Duncan per il valido contributo che ha apportato al nostro business Real Estate negli ultimi 9 anni e siamo lieti di poter continuare a contare sul suo supporto come Special Advisor. Ha saputo guidare il team nel corso di un’importante fase di crescita e ci lascia ora in una posizione solida per continuare a implementare la nostra strategia di rafforzamento della piattaforma, per rispondere sempre meglio alle esigenze dei nostri investitori”.

Schroder Real Estate fa parte del business di Private Asset di Schroders, una priorità strategica chiave per la società. Questa capability include private equity, infrastrutture, microfinanza e impact investing, titoli insurance-linked e credito cartolarizzato, per un ammontare complessivo di asset pari a 44,2 miliardi di sterline al 31 dicembre 2019.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Anima è pronta per Arca

Il neo ad Melzi d’Eril: “Vicina un’unione se le concentrazioni bancarie proseguono”. Possibi ...

Dati Assogestioni, un luglio di festa. Poste uber alles

Ci eravamo lasciati con un giugno frizzantino, caratterizzato da una raccolta netta che era stata po ...

Asset allocation, come affrontare l’obbligazionario con stile

Obbligazionario, per affrontare il fine-ciclo ci vuole un certo ‘stile’ (di gestione). Ecco il Q ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X