Investimenti: oro e argento, il sentiment non cambia

A
A
A
Avatar di Redazione 21 Agosto 2020 | 15:12

Vi proponiamo di seguito un’analisi a tema metalli preziosi, A cura di Mobeen Tahir, Associate Director, Research, WisdomTree

I recenti cali di oro e argento stanno spingendo gli investitori a chiedersi se ci sia stato un cambiamento sostanziale nel sentiment di mercato. Le coperture in chiave difensiva non sono più necessarie? Quanto sono importanti l’oro e l’argento per il miglioramento dell’avversione al rischio? Uno sguardo al mercato in senso lato, e anche ai fondamenti economici, può aiutare a rispondere a queste domande.

Come si sono comportati gli altri asset difensivi e quelli rischiosi dopo l’11 agosto:

  • Asset difensivi:

– Il dollaro USA l’11 agosto è rimbalzato – questo ha innescato la vendita iniziale di altri beni rifugio. Il biglietto verde non è poi stato in grado di sostenere la sua ripresa e conferma la sua debolezza. L’indice del dollaro è sceso di circa il 3,7% dall’inizio dell’anno.

– I rendimenti del Tesoro statunitense a 10 anni sono aumentati di oltre 10 punti base in tre giorni dall’11 di agosto, ma rimangono vicini ai minimi storici, intorno allo 0,68%, rispetto all’1,9% circa di inizio anno.

  • Asset rischiosi:

– L’S&P 500 è rimasto per lo più piatto dall’11 agosto, ma in generale da marzo è in costante ascesa.

– L’indice Euro Stoxx 50 è salito più rapidamente rispetto allo S&P 500 da quel giorno: circa +1,4% dalla chiusura del 10 agosto (in euro).

In che modo un cambiamento nel sentiment economico e di rischio influirà sulle classi di attivi?

Due ipotetici scenari:

  1. Se il sentiment migliora: gli asset di rischio, come le azioni e le materie prime cicliche, beneficeranno certamente di un miglioramento del sentiment della crescita economica. E mentre i treasury potrebbero ritirarsi, l’oro continuerà a essere richiesto come copertura contro l’aumento dell’inflazione. L’argento – a causa della sua elevata correlazione con l’oro (storicamente tra 0,7 e 0,8), e della forte domanda industriale (più della metà dell’argento proviene da applicazioni industriali tra cui l’elettronica, le apparecchiature mediche e la generazione di energia solare) – continuerà a offrire un ruolo di retroguardia sulla ripresa ciclica.
  2. Se il sentiment si deteriora: un tale scenario non sarà naturalmente favorevole agli asset rischiosi. Detto questo, le azioni statunitensi hanno dimostrato una significativa resilienza da un anno all’altro grazie al forte sostegno politico e alla forza del settore tecnologico. Una prospettiva economica più confusa rimetterà in gioco le funzioni difensive dell’oro e dell’argento.

Il sentiment è cambiato la settimana scorsa?

Il sentiment – sia tra gli economisti che nei mercati – è migliorato dal picco della crisi di marzo (vedi figura sopra). La pubblicazione degli indici di crescita economica ZEW USA e Eurozone Expectations of Economic Growth Indices di martedì 11 agosto non fa che indicare una continuazione del trend. L’inversione di tendenza dell’indice di volatilità CBOE (VIX) da marzo presenta un quadro simile di miglioramento della fiducia nei mercati. Pertanto, il sentiment non si è spostato la scorsa settimana, ma ha continuato il percorso intrapreso da marzo.

Dopo l’acuta contrazione del secondo trimestre, la ripresa economica globale sarà probabilmente lenta e prolungata. Il graduale miglioramento del sentiment economico e le difficili prospettive non si escludono a vicenda. Infatti, sono gli ingredienti di una costante ripresa economica a forma di U – il nostro scenario centrale in WisdomTree.

L’oro e l’argento stanno già guadagnando questa settimana, evidenziando come siano diventati componenti integranti di portafogli diversificati. In un’epoca di tassi d’interesse da bassi a negativi e di incertezza con la ripresa dell’economia globale, oro e argento offrono equilibrio partecipando al rialzo ma offrendo protezione al ribasso. Gli investitori strategici farebbero bene a ignorare la volatilità momentanea e gli investitori tattici vedranno probabilmente i ribassi dei prezzi, come quelli della scorsa settimana, come opportunità di acquisto.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

NEWSLETTER
Iscriviti
X