Asset allocation, qualche nome green su cui scommettere

A
A
A
Avatar di Redazione 26 Agosto 2020 | 14:40

Vi riportiamo di seguito la Pillola settimanale ad opera del Centro Studi BGSAXO, “In America si vota per l’energia pulita”. 

Se Biden dovesse vincere le elezioni di novembre, prepariamoci ad un possibile rally delle “clean energy stock”.

Nonostante le valutazioni elevate, le prospettive a lungo termine per i “titoli verdi” sono positive e ogni investitore, a lungo termine, dovrebbe avere un’esposizione a questo tema. Nei prossimi mesi la pressione politica continuerà ad aumentare e questo stimolerà l’economia nella direzione di un futuro verde e lontano dal consumo di combustibile fossile.

Il grande piano per l’energia pulita di Joe Biden sottolinea questa tendenza e in questo articolo esaminiamo 28 titoli che possono offrire un’esposizione all’energia pulita.

Secondo Predictit.org, Joe Biden ha un vantaggio di 15 punti su Donald Trump, un margine causato dall’inasprimento del giudizio dell’opinione pubblica verso l’attuale amministrazione a causa sulla gestione del Covid-19. Ancora più importante per una potenziale amministrazione Biden è il fatto che PredictIt prezza al 58% la probabilità che il Partito Democratico prenda il Senato e quindi faccia piazza pulita durante le elezioni. In tal caso, gli Stati Uniti probabilmente si dirigeranno verso quattro anni di drastiche riforme politiche.

Uno dei pilastri dell’amministrazione Biden sarà la gestione del clima. Pilastro trascurato dall’amministrazione Trump, che ha fatto uscire gli Stati Uniti dall’accordo di Parigi del 2016 e annullato molte delle leggi a tutela dell’ambiente (Recovery Act) promulgate da Obama. Durante la convention Democratica 2020, Biden ha introdotto un piano climatico chiamato Clean Energy Revolution, che mira a spendere $ 1,7 trilioni nei prossimi 10 anni, in aggiunta agli sforzi dei singoli stati e del settore privato. Parte del piano è garantire che gli Stati Uniti raggiungano l’obbiettivo di un’economia alimentata a energia pulita al 100% e con zero emissioni entro il 2050.

In caso di conquista di Camera e Senato, i Democratici proveranno a portare grandi cambiamenti in alcuni settori degli Stati Uniti. L’industria petrolifera e del gas subirà perdite e molto probabilmente anche i titoli finanziari vivranno tempi difficili, a causa del mancato alleggerimento della regolamentazione. Anche il taglio dell’imposta sulle società, promulgato da Trump nel 2017, verrebbe probabilmente annullato. I chiari vincitori sarebbero le aziende o i settori che offrono soluzioni per far progredire gli Stati Uniti verso un’economia di energia pulita e ciò significherebbe una spinta ai produttori di veicoli elettrici, al solare, all’eolico, alla gestione e riciclaggio dei rifiuti, alle soluzioni per l’efficienza idrica.

Come segnalato all’inizio di gennaio nella nota “Green stocks are the next mega trend in equities“, il trend positivo delle green stocks è stato valutato positivamente. Il paniere di azioni menzionato in quella nota e qui riproposto è cresciuto del 44% nel 2020 e del 230% da gennaio 2015, superando agevolmente il mercato azionario globale.

 

 

Sul lungo termine restiamo positivi sulla “transizione verde”, in quanto i prossimi anni dimostreranno che la crisi del Covid-19 è insignificante rispetto all’impatto a lungo termine del cambiamento climatico. Lo sforzo politico sarà intenso e l’economia basata sulle fonti fossili sarà combattuta come l’industria del tabacco. Petrolio e gas sono ancora importanti e giocheranno un ruolo cruciale per collegare la società a un futuro energetico più pulito e la nostra opinione è che i prezzi del petrolio probabilmente aumenteranno in modo significativo dai livelli attuali, man mano che le scorte in eccesso verranno ridotte.

Nella tabella seguente, 28 titoli, ordinati per capitalizzazione di mercato, dall’indice S&P Global Clean Energy, che comprende un mix di produttori di energia pulita e fornitori di tecnologia e attrezzature.

Name Industry Market cap (USD, mn.) Revenue (USD, mn.) % YTD % 5yr
Vestas Wind Systems A/S Wind Energy Equipment 29,506 15,560 38.7 159.6
Siemens Gamesa Renewable Energy SA Wind Energy Equipment 18,942 10,570 45.6 95.2
Verbund AG Power Generation 18,344 4,173 0.2 264.2
SolarEdge Technologies Inc Solar Energy Equipment 10,977 1,592 132.1 779.7
Enphase Energy Inc Solar Energy Equipment 9,471 721 188.9 1418.9
Xinyi Solar Holdings Ltd Solar Energy Equipment 9,324 1,247 64.0 301.5
Meridian Energy Ltd Renewable Energy Generation 7,991 2,360 -1.2 208.2
First Solar Inc Solar Energy Equipment 7,885 3,121 35.5 51.9
Xinjiang Goldwind Science & Technology Co Ltd Wind Energy Equipment 6,422 5,484 -18.1 -19.2
Sunrun Inc Development & Construction 5,704 852 248.6 348.6
Plug Power Inc Fuel Cells & Industrial Batteries 5,071 257 332.0 523.3
Neoen SA Renewable Energy Generation 4,333 283 36.2 N/A
Ormat Technologies Inc Renewable Energy Generation 3,145 730 -16.9 76.9
Atlantica Sustainable Infrastructure PLC Operations & Maintenance 3,075 972 18.4 90.5
Cia Energetica de Minas Gerais Electricity Networks 3,043 5,551 -37.9 7.9
Cia Paranaense de Energia Electricity Networks 2,971 3,969 -34.7 53.5
Contact Energy Ltd Power Generation 2,966 1,317 -8.9 64.6
Innergex Renewable Energy Inc Renewable Energy Generation 2,962 424 35.8 163.7
Scatec Solar ASA Development & Construction 2,552 260 35.9 306.9
Boralex Inc Renewable Energy Generation 2,413 447 36.7 185.9
Encavis AG Renewable Energy Generation 2,290 311 52.0 102.7
Solaria Energia y Medio Ambiente SA Renewable Energy Generation 2,239 41 122.6 1772.5
SunPower Corp Solar Energy Equipment 2,026 1,882 52.7 -51.2
Falck Renewables SpA Renewable Energy Generation 1,869 425 15.7 435.4
Canadian Solar Inc Solar Energy Equipment 1,570 3,201 20.3 31.6
Renewable Energy Group Inc Biofuels 1,480 2,623 39.8 312.1
JinkoSolar Holding Co Ltd Solar Energy Equipment 1,003 4,654 0.4 5.4
GCL-Poly Energy Holdings Ltd Solar Energy Equipment 927 2,787 15.3 -77.5

Fonte: Bloomberg e Saxo Group 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation, come muoversi su credito e azionario nei prossimi mesi

Asset allocation, high yield per sfruttare la ripresa

Asset allocation, le valute per diversificare

Asset allocation, emergenti in rampa di lancio

Asset allocation, integrare il rischio per resistere al Coronavirus

Asset allocation, l’obbligazionario ai tempi del coronavirus

Asset allocation: azioni, ecco su quali settori puntare

Asset allocation: qualche spunto per chiudere l’anno

Asset allocation, l’approccio quantitativo ai fondi di private equity

Asset allocation: cds, l’arma giusta contro mr. Hide

Consulenti, ecco i consigli sul portafoglio per i prossimi 5 anni

Asset allocation, le ragioni del Merger Arbitrage

Asset allocation, il momento d’Oro

Asset allocation, un portafoglio bilanciato per i mercati turbolenti

Asset allocation, l’oro per diversificare

Asset allocation, meglio essere codardi

Asset allocation, guadagnare giocando in difesa

Asset allocation: dopo il rally è tempo di protezione

Pictet AM: “La Fed? Una presenza che si fa sentire nell’asset allocation”

Asset allocation: le mosse estive sui bond

Syz Am, l’asset allocation è un rebus

Asset allocation: ecco perché sono meglio gli assicurativi dei bancari

Asset allocation: opportunità infrastrutture

Fondi: l’investimento (non fa) acqua

Asset allocation: caccia alle migliori occasioni

Asset allocation: puntare sulla crescita di qualità

Asset allocation: nel 2019 occasione commodity

Asset allocation, portafoglio a prova di ribassi

Consulenti, rischi e opportunità per un 2019 dal portafoglio perfetto

Asset allocation, una nuova scommessa sugli emergenti

Invesco, portafogli per due scenari alternativi

Asset allocation, è tornata tanta voglia di oro

Asset allocation, è la (s)volta degli emergenti

NEWSLETTER
Iscriviti
X