Asset Allocation: come posizionarsi su obbligazioni e valute

A
A
A
di Redazione 11 Novembre 2020 | 15:25

Vi proponiamo di seguito un estratto dell’Anima flash mensile di novembre. Focus su mercati obbligazionari e valute.

Per quanto riguarda le obbligazioni governative ci si aspetta che la fase di consolidamento prosegua, coerentemente con gli obiettivi delle Banche Centrali e  rimaniamo orientati a implementare strategie volte a sfruttare il trading range. Il Bund si è spinto nella parte bassa del canale e un modesto sottopeso è giustificato. La view sui BTP è neutrale (a proposito dello spread BTP/Bund si veda il Grafico 2), ma manteniamo un bias costruttivo alla luce: della protezione offerta da PEPP e Recovery Fund; della ricerca di rendimento degli investitori; del calo dell’offerta netta di titoli che storica- mente avviene sulla parte finale dell’anno. I rendimenti dei titoli di Stato americani, a differenza di quelli euro- pei, hanno recentemente subito lievi pressioni al rialzo,  di pari passo con il radicarsi delle aspettative di vittoria  di Biden. È difficile che la debolezza possa estendersi oltre certi livelli (1% potrebbe essere un riferimento per  il decennale), considerata la determinazione della Fed a mantenere condizioni finanziarie espansive. In merito alle obbligazioni societarie, il comparto investment-grade gode della protezione della BCE, ma presenta rendi- menti attesi e volatilità prospettica molto contenute.  Raccomandiamo cautela sulle fasce di rating più basse  in ambito high-yield, che potrebbero soffrire il moltiplicarsi dei rischi al ribasso per la crescita. Infine, per  quanto riguarda mercati valutari, va evidenziato che il giudizio sul dollaro torna strategicamente negativo: il team gestionale di ANIMA si attende che l’espansione  fiscale seguente le elezioni e il deterioramento dei fon- damentali possano penalizzare la valuta americana, ma  non ha comunque target molto ambiziosi, specie rispetto all’Euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Anima: raccolta ancora positiva e masse in gestione a 200 mld

Investimenti: è ancora “risk on”. Ecco perchè

Risparmio gestito, Anima: la raccolta cresce ancora

NEWSLETTER
Iscriviti
X