Zurich, cresce il commercial business

A
A
A
Avatar di Redazione 12 Novembre 2020 | 11:23

Vi proponiamo di seguito una raccolta delle principali evidenze dei risultati del gruppo Zurich per i primi nove mesi del 2020. Forte crescita del commercial business

– I premi lordi sottoscritti (gross written premiums) del ramo danni (P&C) sono aumentati del 3% a cambi costanti, con una forte crescita del commercial insurance e un ulteriore miglioramento dei tassi

– Ripresa delle vendite della nuova produzione Vita nel terzo trimestre, con APE in crescita del 7% a cambi costanti; le vendite APE da inizio anno sono diminuite dell’8% a cambi costanti

– Premi lordi sottoscritti di Farmers Exchanges in calo del 3%

– Posizione patrimoniale solida, con l’indice Z-ECM stimato pari al 110% al 30 settembre 2020; Swiss Solvency Test ratio pari al 193% al 30 settembre 2020

– I sinistri P&C relativi a COVID-19, al netto della riduzione della frequenza dei sinistri, sono rimasti invariati a circa 450 milioni di dollari al 30 settembre 2020

– Le priorità rimangono il supporto ai clienti e il benessere dei colleghi in un contesto difficile per motivi di salute pubblica ed economici, e l’esecuzione della strategia incentrata sul cliente

“Nel corso del terzo trimestre, il Gruppo ha continuato a gestire con successo le sfide senza precedenti poste dal COVID-19, la recessione globale e un numero record di uragani che si sono abbattuti sugli Stati Uniti. La nostra priorità rimane il supporto ai nostri clienti e la sicurezza e il benessere dei nostri colleghi, mentre continuiamo a implementare la nostra strategia incentrata sul cliente”, ha dichiarato il Group Chief Financial Officer, George Quinn.

“La crescita della nostra divisione commercial è rimasta solida, con un ulteriore miglioramento dei prezzi e delle performance. Il nostro business vita ha visto un ritorno alla crescita nel terzo trimestre, nonostante le continue sfide per i canali fisici di distribuzione, mentre Farmers ha proseguito nella sua strategia per migliorare la crescita”.

“Nel corso dei nove mesi, il Gruppo ha continuato a dimostrare la sua capacità di resilienza e solidità finanziaria, con un miglioramento della posizione patrimoniale rilevata dall’indice Z-ECM nel corso del trimestre”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Il futuro di Sergio Ermotti non sarà in banca

Polizze, scoppia la pet mania

Consulenza e polizze, attenzione ai costi

Risparmio, un quinto della ricchezza è delle assicurazioni

Polizze false, sventata maxi truffa sul web

Generali, l’utile decolla

Helvetia: nel 2018 cresce in barba alla tempesta

Ecco le polizze dal rendimento super

Generali Italia: più rete, più produttiva

Assicurazioni: lo scudo antispread va cambiato

Assicurazioni, le italiane promosse agli stress test

Generali: borsa in stand by, ma analisti fiduciosi sul piano

Caltagirone e Del Vecchio, altri piccoli bocconi di Generali

Manovra, la pressione fiscale non scende

Polizze, ora gli aumenti possono arrivare al 40%

Manovra, stangata su banche e assicurazioni

Generali lungo il canale

Prodotti assicurativi, la distribuzione ai raggi X

Compagnie assicurative nel mirino del private equity

Generali cambia vestito al gestito

Unit e index sono polizze. Così parlarono Ania e Aiba

Unipol, semestre solido

Un viaggio sicuro con Allianz GA

L’unico frutto della polizza…è la banana (gonfiabile)

Digitali e assicurati

Axa Italia, assistenza ad alta tecnologia

Polizze Vita, così cambieranno le regole

Polizze vita, bomba della Cassazione

Zurich si mette in Moto

Zurich sempre più smart

La blockchain nel futuro delle assicurazioni

Tutelarsi dopo il mutuo, ecco la polizza

Ubi Banca, un occhio al private, l’altro al retail

NEWSLETTER
Iscriviti
X