Ubp, nuova partnership e nuovo fondo fintech

A
A
A
di Redazione 26 Novembre 2020 | 12:58

Union Bancaire Privée, UBP SA («UBP») ha siglato una partnership esclusiva con Fasanara Capital («Fasanara»), gestore fintech di investimenti nel credito alternativo e ha lanciato il Trade and Receivable Finance Fund, una soluzione d’investimento a impatto con un focus sull’economia reale.

Si tratta di un fondo alternativo aperto che punta a offrire rendimenti assoluti con una volatilità molto bassa e de-correlati dai mercati. Il fondo investe principalmente in crediti societari investment grade a breve termine e fatture digitali ceduti da PMI di tutto il mondo, ma con un’enfasi sull’Europa.

Fasanara è un asset manager istituzionale con sede a Londra, leader nel mercato europeo dei crediti su piattaforme fintech con uno dei più lunghi track record operativi nel settore. La società gestisce AuM per oltre 1,4 miliardi di euro, soprattutto nel credito alternativo e nel factoring digitale europeo. Fasanara si avvale di una vasta rete globale di emittenti, che consente di accedere a un flusso di operazioni proprietarie di qualità elevata. Il suo approccio esclusivo, che combina data science ed expertise nel credito alternativo, consente un’esposizione al rischio di credito investment grade a rendimenti tipici delle PMI.

Nicolas Faller, co-CEO Asset Management di UBP, ha dichiarato: «Siamo orgogliosi di avere concluso questa partnership con Fasanara Capital e di offrire ai nostri clienti istituzionali la possibilità di accedere a una strategia che ha un impatto diretto sull’economia reale, in particolare sulle PMI europee, e sostenuta da Istituzioni di primo piano, tra cui il Fondo europeo per gli investimenti. Grazie alla sua strategia unica con una duration breve, all’esposizione a controparti investment grade, alla sua expertise nel fintech e alla potente tecnologia proprietaria, Fasanara Capital, che è anche tra i firmatari dei Principi per l’investimento responsabile (PRI), gode di un posizionamento ottimale per navigare l’attuale fase di mercato.»

Francesco Filia, CEO di Fasanara Capital, ha aggiunto: «La cessione del credito, conosciuta anche come factoring, è uno dei pilastri della finanza commerciale europea, con un volume di finanziamenti di circa 2000 miliardi di euro, pari a quasi l’11% del PIL europeo. Mentre le banche commerciali sono sempre più focalizzate sulle grandi società, le PMI europee hanno fortemente bisogno di fonti alternative e stabili di finanziamento. Con un’esposizione al factoring, gli investitori istituzionali hanno sia l’esigenza sia l’opportunità di diversificare la loro esposizione, al di là dei titoli di Stato e delle azioni. Siamo onorati di questa partnership con UBP che consentirà di aiutare gli investitori a incanalare i fondi in modo efficiente nell’economia reale, e produrre un impatto positivo.»

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X