Kairos, così rientrano i 3 assi

A
A
A
di Andrea Giacobino 1 Dicembre 2020 | 08:18
Si chiama K4change il veicolo di Brera, Bove e Trabattoni per tornare azionisti del gruppo.

Si chiama K4Change il veicolo che Guido BreraRocco Bove e Massimo Trabattoni hanno scelto per rientrare al 30% nell’azionariato di Kairos Partners sgr, oggi controllata al 100% da Kairos Investment a sua volta detenuta interamente dalla banca privata svizzera Julius Baer (vedi notizia).

La newco è stata costituita poche settimane fa a Milano davanti al notaio Alessandra Redaelli da Bove e Trabattoni con un capitale di partenza egualmente suddiviso di 10mila euro, ma poco dopo è stata varata una ricapitalizzazione da 10mila a 300mila euro senza sovrapprezzo che è stata sottoscritta da Brera e anche da Julius Baer.

Così che i tre gestori di Kairos hanno ciascuno il 30% e la banca svizzera il restante 10%. Presidente di K4Change è Bove e nel consiglio d’amministrazione siedono Brera, Trabattoni e Dieter Armin Enkelmann, chief financial officer di Julius Baer e membro del comitato esecutivo. Brera è socio fondatore e chief investment officer asset management di Kairos Partners sgr, Rocco Bove è head of fixed income e Massimo Trabattoni head of italian equity. Recentemente Alberto Castelli, già a.d. di Bancoposta Fondi Sgr è stato nominato nuovo amministratore delegato di Kairos Partners Sgr e di Kairos Investment Management ed entrerà in carica a partire dal 1° gennaio 2021 (vedi notizia).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Sella Sgr punta sulle sinergie

M&A, Valeur Group acquisisce la piattaforma Linkedtrade

Gestori e asset management, l’importanza della corporate governance

NEWSLETTER
Iscriviti
X