State Street, flirt con Ubs e Invesco

A
A
A
Avatar di Redazione 15 Dicembre 2020 | 10:10
Il colosso americano intende valorizzare la propria divisione di asset management. Si valuta un merger con altri colossi del risparmio gestito

Le grandi manovre nel mondo del risparmio gestito continuano. Come riporta il Wall Street journal, infatti, il colosso State Street pare intenzionata a valorizzare la propria divisione di asset management. A questo scopo ha dato mandato a Goldman Sachs per esaminare varie opzioni strategiche per la divisione di risparmio gestito State Street Global Advisor, valutando possibili combinazioni con le divisioni di gestione patrimoniale di alcuni competitor.

Come scrive anche MF Milano Finanza, a drizzare le antenne ci sarebbero due big del settore come Ubs e Invesco, interessate a un’operazione di merger delle rispettive divisioni di asset management con uno dei colossi del settore che gestisce oltre 3 mila miliardi di dollari, con dozzine di fondi comuni d’investimento e proprietaria del più grande Etf al mondo per masse gestite (320 mila miliardi di dollari). Per ora, a essere in vantaggio sarebbe il gruppo svizzero, poiché le due banche avevano iniziato dei colloqui già all’inizio dell’anno. Un canale di dialogo che non si è mai interrotto e che già risale a un tentativo di fusione del 2012 mai concretizzato. Almeno finora.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche-reti, Goldman Sachs vede un futuro di profitti

Tabula, al via l’Etf che guarda agli accordi sul clima di Parigi

Amundi colloca il suo primo Pir Alternativo agroalimentare

NEWSLETTER
Iscriviti
X