Schroders, una nuova guida per le infrastrutture

A
A
A
Avatar di Redazione 15 Gennaio 2021 | 10:37

Schroders (qui tutti i dettagli) annuncia la nomina di Chantale Pelletier a Global Head of Infrastructure nell’ambito dei Private Assets, alla guida della crescita e dello sviluppo della piattaforma di Infrastructure di Schroders.

Pelletier, che assumerà la carica a fine marzo 2021, diventerà anche Presidente di Schroder Aida SAS, il business della società focalizzato sulle infrastrutture basato a Parigi, previa approvazione regolamentare.

Pelletier si concentrerà sull’ampiamento della piattaforma di Infrastructure di Schroders a livello globale, in una serie di settori, come trasporti, rinnovabili, energia, infrastrutture digitali e utility. Pelletier riporterà a Georg Wunderlin, Global Head of Private Assets di Schroders.

Pelletier proviene dall’investitore istituzionale globale Caisse de dépôt et placement du Québec (CDPQ), uno dei principali investitori globali in infrastrutture e il secondo investitore istituzionale in Canada per dimensioni, con circa 333 miliardi di dollari canadesi* di AuM.

Pelletier ha ricoperto per più di 20 anni diversi ruoli senior in CDPQ, dove ha avuto un ruolo attivo nella costruzione e nella gestione del portafoglio di investimenti infrastrutturali della società a livello globale, che al 31 dicembre 2019 aveva un valore di 27,8 miliardi di dollari canadesi.

Pelletier ha supervisionato diversi progetti di investimento in infrastrutture internazionali su larga scala e ha anche ricoperto un ruolo di leadership nella gestione di svariate transazioni, in particolare nell’investimento nell’Aeroporto di Heathrow, nell’acquisizione di una partecipazione in Eurostar, come parte di un approccio di partnership, e nell’investimento nel parco eolico offshore London Array.

Più di recente, in veste di Managing Director for Capital Solutions, Pelletier è stata responsabile per la definizione e implementazione delle strategie di CDPQ per le soluzioni di capitale per i mercati internazionali, occupandosi di fornire soluzioni di investimento su misura per soddisfare le esigenze in evoluzione delle aziende globali.

In precedenza, Pelletier ha ricoperto diversi ruoli senior in CDPQ, compresa la guida dell’attività europea di investimento in infrastrutture e la direzione degli uffici di Parigi.

Georg Wunderlin, Global Head of Private Assets, Schroders ha commentato:

“Il business di Private Assets di Schroders ha individuato nelle infrastrutture un driver chiave per la sua crescita. Riteniamo che la nomina di Chantale rappresenti quindi un passo fondamentale verso la realizzazione delle nostre ambizioni e la capacità di cogliere le opportunità che attualmente vediamo in questa asset class. Chantale ha un’esperienza impareggiabile nell’individuare, cogliere e finalizzare le opportunità di investimento in infrastrutture a livello globale.

“Grazie alla sua esperienza nella gestione di diverse transazioni di alto profilo, siamo convinti che vedremo un’ulteriore accelerazione del business di infrastrutture di Schroders nel suo percorso di crescita e che genereremo solide performance di investimento per i nostri clienti.”

Il business di Private Assets di Schroders, un’area di crescita chiave per la società, è cresciuto fino a raggiungere 45,3 miliardi di sterline di asset in gestione*. La nomina di Pelletier fa seguito all’ingresso in Schroders di Sophie van Oosterom nel ruolo di Global Head of Real Estate, responsabile per la crescita dei portafogli di real estate diretti e indiretti di Schroders.

Chantale Pelletier, Global Head of Infrastructure, Private Assets, Schroders, ha affermato:

“Sono entusiasta di unirmi a Schroders in un momento cruciale per gli investimenti infrastrutturali. Abbiamo visto una serie di trend accelerare rapidamente nel corso del 2020 e, guardando avanti, gli investimenti infrastrutturali continueranno a ricoprire un ruolo essenziale come driver di questi temi, soprattutto in riferimento alla sostenibilità e alla digitalizzazione.”

“Alla luce del solido track record del business di Private Assets di Schroders e del vasto e costante impegno della società in termini di sostenibilità, ritengo che vi sia un ampio potenziale per sfruttare ulteriormente questi punti di forza e implementare una piattaforma di investimento infrastrutturale che genererà rendimenti attraenti e sostenibili per i nostri clienti sul lungo termine”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti, commodity: cinque motivi un nuovo super ciclo

Portafogli, Schroders: ecco come posizionarsi per il ritorno dell’inflazione

Asset allocation: ecco come posizionarsi per il ritorno dell’inflazione

NEWSLETTER
Iscriviti
X