Arca, l’utile mette il turbo

A
A
A
di Redazione 8 Aprile 2021 | 21:57

L’assemblea di Arca Holding, società controllante di Arca Fondi SGR, ha approvato il bilancio consolidato relativo all’esercizio 2020, che si è chiuso con un utile netto pari a € 56,7 milioni. Il risultato mostra una crescita significativa del 35% rispetto al 2019 (€ 42,0 milioni), nonostante il difficile contesto macroeconomico dovuto alla pandemia e permetterà la distribuzione di dividendi ai soci per complessivi € 10 milioni.

“Sono molto orgoglioso dei risultati ottenuti dalla Società – spiega l’Amministratore Delegato Ugo Loeser – specie in una fase complessa dovuta a cambiamenti strutturali dell’industria. I nostri fondi, in particolare quelli legati al mondo dell’economia reale, si sono dimostrati vincenti e in grado di reggere situazioni difficili di volatilità senza precedenti. Nel corso del 2021 continueremo a focalizzarci sull’innovazione tecnologica nonché sullo sviluppo delle piattaforme online, certi che l’evoluzione digitale e l’ottimizzazione dei processi saranno un fattore critico di successo”. E’ stato inoltre rinnovato fino al 2023 il Consiglio di Amministrazione di Arca Fondi SGR, che risulta ora composto dal Presidente Prof. Giuseppe Lusignani, dal Vice Presidente Edoardo Rossini, dall’Amministratore Delegato Ugo Loeser e dai Consiglieri Paola Bergamaschi, Carlotta De Franceschi e i due nuovi consiglieri Roberta Casali e Paolo Guzzetti. Roberta Casali, Adjunct Professor in materia di Sostenibilità e CSR alla LUISS University vanta una lunga carriera prima in Banca d’Italia, poi nel settore bancario ed oggi è membro dei board di importanti società finanziarie. L’Avv. Paolo Guzzetti, partner dello Studio Legale Guzzetti, già faceva parte del CdA della controllante Arca Holding. Sono saliti quindi a sette i membri del Consiglio, che ad oggi conta una componente femminile pari al 43% del totale rappresentando così un valido esempio di gender diversity nel panorama finanziario italiano.

Arca Fondi, che ha chiuso il 2020 con oltre 33 miliardi di Euro di AuM, si è dimostrata in grado di gestire al meglio i propri fondi anche nei periodi di maggiore stress dei mercati, specie nei primi mesi dell’anno passato. Nel corso del 2020 la Società ha proseguito nell’analisi dei bisogni della clientela lanciando, tra gli altri, una nuova gamma di fondi ESG, una linea di strumenti target date che prevedono un “welcome bonus” e importanti iniziative digitali legate al Fondo Pensione Aperto Arca Previdenza.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Top 10 Bluerating: l’Italia in mano ad Arca

Anima è pronta per Arca

Arca fa gola al private equity

NEWSLETTER
Iscriviti
X