La parola al gestore: Ad van Tiggelen

A
A
A
di Redazione 14 Luglio 2008 | 08:15
«Per capire se gli USA sono entrati realmente in una fase di moderata recessione bisognerà attendere gli effetti del maxi piano lanciato qualche mese fa dal governo per sostenere l’economia» spiega Ad van Tiggelen, senior strategist ING Investment Management.

«L’americano medio – spiega l’esperto – tende a essere un big spender e non conserva abbastanza: è essenziale capire dove finirà questa enorme massa di denaro immessa sul mercato». Inoltre, secondo l’esperto, i ripetuti tagli di interesse decisi dalla banca centrale americana, che miravano a disinnescare le tensioni sui mercati, alla prova dei fatti potrebbero rivelarsi meno inefficaci a causa di uno scenario di tassi costantemente bassi.

L’esperto ricorda infatti che «in 12 riduzioni dei tassi sulle 14 decise negli ultimi 30 anni, i mercati azionari sono cresciuti nei 12 mesi successivi. Tuttavia erano tempi di inflazione altissima (1981) o valutazioni estremamente elevate (2001). Ora la situazione è alquanto diversa». Anche se le Borse permangono molto volatili l’esperto confida che si riprenderanno nel corso dei prossimi mesi, pur non raggiungendo i livelli di fine 2007.

In linea generale in questa fase le large-cap sarebbero da preferire rispetto alle società a piccola capitalizzazione: «negli ultimi anni molti hedge fund non hanno disdegnato sortite tra le small-cap. Una chiusura repentina delle loro posizioni porterebbe i titoli a trovarsi in una situazione particolarmente rischiosa». Inoltre l’esperto è prudente nei settori ciclici come le costruzioni, le infrastrutture, gli automobilistici, e continua ad essere cauto anche nei settori finanziari, come più in generale sui mercati europei.

Tra i titoli preferiti van Tiggelen segnala le utility, le Tlc, le healthcare ma anche quelli del settore tecnologico: «alcune dot.com USA sono attualmente particolarmente appetibili. Negli ultimi mesi infatti hanno pagato un under value del 20-25% sulla loro quotazione reale».

Trovi tutte le altre interviste
ai protagonisti del mercato
su ADVISOR di luglio

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

ING, lo smart working arriva in filiale

Ing, in Italia lo smart working è il futuro

Il risparmio ai tempi del coronavirus: i tre nuovi trend in Europa e in Italia

NEWSLETTER
Iscriviti
X