L'Europa arranca

A
A
A
di Roberto Dotti 9 Luglio 2008 | 12:15
L’obiettivo del comparto azionario è di offrire agli investitori una crescita del capitale a lungo termine per mezzo di portafogli di titoli diversificati e gestiti attivamente.E’ sempre più comune trovare questa dicitura negli obiettivi dei comparti offerti, ma quanti veramente rispettano tale “promessa”? Facile a farsi con le borse al galoppo ma non è forse in queste condizioni di mercato che si scoprono le carte e i gestori dimostrano il loro valore?

L’analisi dei migliori e peggiori comparti inclusi nell’area azionari Europa vede il fondo Fidelity Funds – European Aggressive Fund in fondo alla classifica nella settimana che va dal 27 giugno al 4 luglio con una performance negativa del -7,7%.

Il comparto, lanciato nel febbraio 1998, gestisce un patrimonio di 4495,6 mln di euro e ha registrato una performance YTD negativa -15,4% contro una performance a 3 anni del 6,7%. Il benchmark di riferimento è il Privatisation Composite/MSCI Europe Net Index.

Il comparto investe principalmente in titoli di proprietà di imprese europee. Seguendo un’impostazione aggressiva, l’amministratore sceglie liberamente le imprese indipendentemente dalla dimensione o dall’attività industriale. Generalmente, il comparto concentrerà i suoi investimenti in un numero limitato di imprese e pertanto il portafoglio sarà meno diversificato.

L’Europa mostra sempre più di dipendere dall’andamento di Wall Street, infatti a causa della chiusura per la festa dell’indipendenza in Usa, le Borse europee hanno continuato a precipitare. Le vendite sono state trascinate dalle affermazioni di alcuni analisti, secondo i quali, sul settore bancario pesi il rischio di ulteriori aumenti di capitale.

A causa del costante aumento del petrolio intorno ai 145 dollari al barile le compagnie aeree sono fortemente penalizzate, i titoli di lusso e del comparto retail sono invece penalizzati dalla crisi dei consumi dovuti al rallentamento dell’economia e alla diminuzione del potere d’acquisto dei salari. In Italia, per esempio,a maggio i consumi sono calati del 2,7%.

Le aspettative sull’inflazione, poi, rimangono elevate, tanto che un membro della Bce sostiene che i prezzi al consumo non scenderanno molto sotto la soglia del 4% prima dell’autunno.

I MIGLIORI FONDI AZIONARI DAL 27/06 AL 04/07

Valuta fondo percentuale
EURO AVIVA MORLEY EUROPEAN VALUE EQUITY FUND 0,93%
EURO SELLA SICAV LUX EQUITY EUROPE ZONE -0,11%
EURO AVIVA MORLEY PAN EUROPEAN EQUITY FUND -0,13%
EURO INVESCO PAN EUROPEAN EQUITY INCOME FUND -0,24%
EURO DEXIA EQUITIES L EUROPE HIGH DIVIDEND -0,25%

I PEGGIORI FONDI AZIONARI DAL 27/06 AL 04/07

Valuta fondo percentuale
EURO FIDELITY FUNDS – EUROPEAN AGGRESSIVE FUND -7,71%
EURO UBS (LUX) EQUITY SICAV – SMALL CAPS EUROPE -6,44%
EURO PIONEER FUNDS – EUROPEAN SMALL COMPANIES -6,07%
EURO ABN AMRO EUROPE OPPORTUNITIES FUND -5,99%
EURO M&G EUROPEAN SMALLER COMPANIES FUND -5,89%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fidelity e Moonfare, una partnership per il private

Fidelity International, debutto nel private debt

Fidelity lancia un fondo di investimento su bitcoin

NEWSLETTER
Iscriviti
X