Fondi, da Schroders una strategia climatica per i mercati emergenti

A
A
A
di Redazione 23 Giugno 2021 | 11:35

Schroders e BlueOrchard, società specializzata negli investimenti a impatto nei mercati emergenti e parte del gruppo Schroders, hanno rafforzato la loro solida collaborazione con il lancio di una strategia climatica a impatto, che mira a generare cambiamenti ambientali positivi nei mercati emergenti.

Il fondo Schroder ISF BlueOrchard Emerging Markets Climate Bond, strategia UCITS che offre liquidità giornaliera, investirà prevalentemente in green bond dei mercati emergenti e supporterà gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite relativi al clima.

Schroders e BlueOrchard avevano annunciato l’anno scorso la loro prima iniziativa di cooperazione sul fronte degli investimenti con il lancio del fondo BlueOrchard Covid-19 Emerging and Frontier Markets MSMEs Support Fund, che mira a sostenere più di 200 milioni di posti di lavoro.

L’universo di investimento del nuovo fondo obbligazionario climatico comprenderà il finanziamento e il rifinanziamento di progetti con chiari benefici ambientali, ‘green’ o sociali, come energia rinnovabile, efficientamento energetico, edifici verdi e trasporti puliti.

L’allocazione del fondo riguarderà anche le obbligazioni sostenibili e legate alla sostenibilità, i cui risultati sono vincolati al finanziamento di progetti sociali e iniziative ambientali.

Secondo la ricerca di Schroders, i mercati emergenti sono l’area più vulnerabile all’impatto dei cambiamenti climatici. Inoltre, si stima che l’emissione di green bond raddoppierà, passando da 1.000 miliardi di dollari del 2020 a 2.000 miliardi di dollari entro il 2023, con una rapida crescita nei mercati emergenti.

I clienti in tutto il mondo (salvo che negli USA) potranno contare sulla rinomata expertise di BlueOrchard nell’impact investing e delle risorse di investimento e della rete di distribuzione globale, tra i leader sul mercato, di Schroders.

Il fondo beneficerà della gestione a impatto e dei processi di investimento ESG di BlueOrchard, certificati in modo indipendente2, attraverso cui la società monitora, misura e implementa gli obiettivi di impatto e i fattori di rischio ESG, massimizzando al contempo l’impatto positivo. Questo processo è supportato da un team di esperti dedicati all’impact management.

Michael Wehrle, Head of Investment Solutions, BlueOrchard, ha commentato: “Fornire finanziamenti verdi ai mercati emergenti è essenziale per costruire il mondo a basse emissioni del futuro. I green bond rappresentano un potente mezzo per perseguire un cambiamento ambientale positivo, generando al contempo rendimenti obbligazionari attraenti. Investire in queste crescenti opportunità significherà per gli investitori non soltanto contribuire a un impatto duraturo e positivo in termini di mitigazione dei cambiamenti climatici nei mercati maggiormente in crescita, ma anche ottenere performance solide per i loro portafogli”.

Carolina Minio Paluello, Global Head of Product, Solutions & Quant, Schroders, ha affermato: Il cambiamento climatico è una delle principali sfide globali e lo strumento Schroders Climate Progress Dashboard indica che le temperature a livello globale sono ancora avviate verso un aumento di 3,6° C. In quanto investitori possiamo generare cambiamento attraverso il modo in cui indirizziamo i capitali, investendo in aree capaci di produrre impatti positivi. Questo nuovo fondo ci permetterà di fare leva sulla nostra competenza e conoscenza dei mercati quotati e privati per massimizzare il nostro impatto a livello di investimenti nei mercati emergenti e di frontiera, al fine di soddisfare al meglio gli obiettivi dei nostri clienti”.

BlueOrchard è tra i primi firmatari degli Operating Principles for Impact Management, che sono stati promossi dalla International Finance Corporation e che mirano a valutare il reale impatto dei gestori di fondi. BlueOrchard promuove in modo attivo la gestione a impatto e sostiene numerose iniziative e network a livello di industria, come l’influente Global Impact Investing Network (GIIN).

Schroders ha finalizzato l’acquisizione di una quota di maggioranza in BlueOrchard nel 2019. A inizio anno, Schroders ha messo a segno un ulteriore passo nella costruzione di una posizione leader nel mondo degli investimenti sostenibili e a impatto, entrando anch’essa a far parte del GIIN.

BlueOrchard è una società di gestione pioniera negli investimenti a impatto e quest’anno celebra il suo ventesimo anniversario. Dalla sua fondazione nel 2001, BlueOrchard si è affermata come leader nell’impact investing a livello internazionale, con oltre $8 miliardi investiti in più di 90 paesi.

Oltre 215 milioni di persone povere e vulnerabili nei mercati emergenti e di frontiera hanno potuto accedere a servizi finanziari e associati con il supporto di BlueOrchard.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, la corsa degli emergenti alle obbligazioni Esg

Investimenti, mercati emergenti: una favola estiva

Asset allocation, le occasioni nei bond emergenti

NEWSLETTER
Iscriviti
X