Credit Suisse punta sull’immobiliare di qualità

A
A
A
di Salvatore Parmentola 14 Luglio 2008 | 14:30
Un nuovo modo di approcciarsi al mercato mobiliare: gestione attiva giornaliera e approccio bottom up sui portafogli immobiliari più interessanti del mondo. Attenzione alle prospettiva di crescita e alle politiche di dividendi: tutto questo basterà a battere un mercato che si prevede ancora debole per i prossimi mesi? Il nuovo fondo immobiliare di Credit Suisse ha tutti i presupposti per farlo, la sfida è cominciata, stiamo a guardare.

Il Credit Suisse SICAV One (Lux) Equity Global Property  si presenta come uno dei nuovi fondi più interessanti del panorama del risparmio gestito. Il periodo di difficoltà del settore immobiliare, dopo la  battuta di arresto degli ultimi mesi, sembra essere ripartito.

Mai come in questo momento dunque si pongono per i gestori sfide difficili quanto interessanti e opportunità che aspettano solo di essere colte. In questo contesto sembra muoversi la politica di investimento del nuovo fondo.

Ciò che emerge immediatamente come aspetto interessante è la concentrazione degli investimenti in 80-100 società selezionate con approccio bottom up   a differenza delle ben 300 società che fanno parte dell’indice di riferimento. In questo modo infatti i gestori conserveranno immutate le possibilità di diversificare in maniera significativa il portafoglio, aumentando la  possibilità di battere il benchmark, grazie ad un attento stock picking . 

Inoltre la selezione sarà caratterizzata anche da un approccio top down sugli aspetti macroeconomici in maniera da tenere sotto controllo gli eventuali rischi paese, e le possibilità opportunità che man mano si presentano

Le altre caratteristiche peculiari del fondo sono la globalità degli investimenti, e la gestione attiva su base giornaliera. Queste novità sono possibili grazie all’ampiezza della piattaforma Global Real Estate e Securities Research di Credit Suisse, contraddistinta dalla completezza frutto della decennale esperienza della banca nel settore immobiliare.

Sarà molto interessante ora osservare se tutte queste caratteristiche  positive sopra descritte permetteranno l’ottenimento di performance decorrelate dai principali mercati azionari, che presumibilmente rimarrano instabili ancora per qualche mese. Gli obiettivi sono abbastanza ambiziosi, ma ci sono tutti i presupposti perché siano raggiunti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti