Fondi Active Extension: l'importanza di gestire in leva

A
A
A
Avatar di Francesco Biraghi 18 Luglio 2008 | 16:15
Fidelity lancia in Italia i nuovi fondi della Sicav Fast, acronimo di Fidelity Active STrategy. Questi comparti si caratterizzano per l’utilizzo di una metodologia d’investimento chiamata Active Extension, che si basa sull’utilizzo della leva sia long sia short. Sono fondi armonizzati UCITS III, normativa che permette di sfruttare un numero maggiore di possibilità rispetto ai fondi tradizionali.

FIL Investments International ha comunicato il lancio in Italia della Sicav Fidelity Active STrategy (FAST). I gestori della Sicav utilizzano, per portare a buon fine le proprie strategie di investimento, una metodologia definita Active Extension, che si basa sull’utilizzo di strumenti derivati. In questo modo hanno la possibilità di sfruttare entrambe le direzioni prese dal mercato, sia rialzista sia ribassista. Questo è un vantaggio rispetto ai fondi unidirezionali, detti long-only, che in caso di discesa dei listini la miglior cosa che possono fare è chiudere le posizioni aperte e aumentare la componente detenuta come liquidità.

Nell’ultimo periodo, i prodotti Active Extension sono diventati sempre più richiesti, e numerose case di gestione hanno deciso di puntare su questa tipologia di fondi. Ciò soprattutto in risposta alle rinnovate esigenze degli investitori e risparmiatori, che stanno cercando una soluzione diversa rispetto ai prodotti a gestione passiva come gli Etf e ai fondi tradizionali a gestione attiva long-only. L’alternativa viene ricercata in prodotti che offrono la possibilità di una maggiore generazione di alpha, come quelli che usano strategie di Active Extension, spesso definite 130/30, e in genere strategie Absolute Return, decorrelate dai trend di mercato.

Attualmente la Sicav è composta dai seguenti comparti:
1) FAST Europe Fund (gestore: Anas Chakra)
2) FAST Japan Fund (gestore: June  Yon Kim)
3) FAST Optimised European Equity Fund (gestore: Riccardo Curcio)
4) FAST Asia Pacific Fund
5) FAST Optimised European Market Neutral Fund
6) FAST US Fund

Di questi i primi quattro sono autorizzati alla distribuzione in Italia a partire dal 14 Luglio 2008, anche se il quarto non è commercializzato ad oggi in modo attivo. Il quinto comparto è in fase di lancio e potrebbe essere disponibile in Italia dopo l’estate, mentre per il sesto ed ultimo non è ancora stata prevista una data di lancio.

I comparti Europe, Japan e Optimised European Equity sono quindi già distribuiti e autorizzati in Italia. Sono disponibili in due classi, che si differenziano per le differenti modalità di pricing. La classe A presenta una commissione di ingresso massima di 5,25% e una commissione di switch del 2%. La classe E, non presenta commissioni di ingresso, ma di distribuzione pari a 0,75%.

Per tutte le classi vi è una commissione di incentivo pari al 20% della sovraperformance se il comparto supera il rendimento del benchmark di più del 2% su base annua. L’investimento minimo iniziale è di 37.500 euro, mentre quello successivo è di 3.750 euro.

FONDI FIDELITY ACTIVE STRATEGY (“FAST”)

NOME FONDO BENCHMARK
FAST Europe Fund MSCI Europe
FAST Japan Fund MSCI Japan
FAST Optimised European Equity Fund MSCI Europe
FAST Asia Pacific Fund MSCI AC Asia Pacific ex Japan
FAST Optimised European Market Neutral Fund Tasso overnight LIBOR
FAST US Fund S&P 500

Fonte: Bluerating.com, Prospetto Informativo depositato presso la Consob in data 11 luglio 2008

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fidelity e Moonfare, una partnership per il private

Fidelity International, debutto nel private debt

Fidelity lancia un fondo di investimento su bitcoin

NEWSLETTER
Iscriviti
X