Assicurazioni, rivoluzione Intelligenza Artificiale

A
A
A
di Antonio Potenza 14 Ottobre 2021 | 10:29

Il mondo assicurativo sta per essere rivoluzionato. Infatti, si prevede una certa rivoluzione dei meccanismi interni dovuti all’arrivo della connettività, dell’architettura affidabile, e soprattutto dell’intelligenza artificiale. A scriverlo è Il Sole 24 Ore.

Gli hedge fund ne fanno già largamente uso, ma se dovesse davvero essere un’implementazione importante nel mondo assicurativo bisognerà anche prevedere – ed eventualmente aspettare – l’intervento del Legislatore. Tuttavia il mondo assicurativo non fa altro che seguire un trend già esistente e piuttosto consolidato, poiché a ben guardare gli investimenti a livello globale stanno aumentando. Si prevede che possano arrivare ai 110 miliardi di dollari nel 2024, dai 50 miliardi dello scorso anno. Il ruolo dell’IA è già deciso: distribuzione, sottoscrizione, reclami, servizi, con l’obiettivo di aumentare la produttività.

“Gli assicuratori interamente data-driven rappresentano ancora un’eccezione a livello globale, ma il percorso di innovazione e investimenti è tracciato e non rallenterà” commenta Piero Gancia, Senior Parter McKinsey che prevede a questa visione l’affiancamento di automazione e architettura sempre più affidabile, capace di prevedere e prevenire. Rispetto agli assicuratori italiani si è limitato a dire: “Tra le principali sfide figura l’attrazione dei talenti provenienti dagli ambiti più avanzati” a cui abbinare “partnership con insurtech per accelerare i processi di innovazione”.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Allianz, tutto fatto per Aviva Italia

Mercati, assicurazioni europee: ecco le top picks di JP Morgan

Generali si affaccia sul dossier di CF Assicurazioni

NEWSLETTER
Iscriviti
X