Fondi, inchiodata della raccolta. Intesa continua però la corsa con Eurizon

A
A
A
di Redazione 26 Ottobre 2021 | 10:56

Netta frenata della raccolta del mondo del risparmio gestito nel mese di settembre. Dopo i quasi 10 miliardi di afflussi netti di agosto, il nono mese dell’anno regala uno scenario sostanzialmente neutrale, con solo 31 milioni di apporti netti. Se le gestioni collettive riescono a chiudere in positivo per oltre 773 milioni di euro, a pesare sono i deflussi pressoché speculari delle gestioni di portafoglio, pari a -741 milioni di euro.

A livello societario, nonostante un mese complicata per l’industria, continua il percorso da “cannibale” degli afflussi per il gruppo Intesa Sanpaolo, capace di portare a casa oltre 2,2 miliardi di raccolta netta grazie all’importante supporto di Eurizon (oltre 2 miliardi). A fare da contraltare al sistema è il gruppo Poste Italiane, peggior performance di settembre, che segna uscite per oltre 3,2 miliardi. La seconda e terza posizione del mese sono invece occupate rispettivamente da Anima (oltre 384 milioni) e Deutsche Bank (oltre 347 milioni).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Reclutamenti, Fideuram sempre in pole position

Fideuram, una forza senza pari: da sola il 30% della raccolta del settore

Reti e consulenti, una nuova evoluzione è già iniziata

NEWSLETTER
Iscriviti
X