Fondi, primo closing per l’Eltif di Equita

A
A
A
di Redazione 8 Novembre 2021 | 10:50

Equita Capital SGR management company del gruppo Equita specializzata nella gestione di asset alternativi – e Cordusio SIM – boutique del Gruppo UniCredit dedicata al Wealth Management – annunciano di aver concluso con successo la prima fase di raccolta di Equita Smart Capital – ELTIF, il fondo di private equity focalizzato su piccole e medie imprese italiane e conforme a quanto previsto dal regime dei PIR alternativi.

Dopo pochi mesi dall’inizio della commercializzazione, il fondo Equita Smart Capital – ELTIF ha raggiunto quota 50 milioni di euro, superando abbondantemente la soglia necessaria per un primo closing (30 milioni), grazie anche all’adesione di un primario investitore istituzionale.

Il fondo ha suscitato sin da subito l’interesse degli investitori grazie al suo focus d’investimento sull’Italia e sul private equity, e grazie anche ai particolari vantaggi fiscali previsti dalla normativa sui PIR alternativi. Equita Smart Capital – ELTIF intende infatti affiancare gli imprenditori e il management team delle piccole e medie imprese italiane e supportarli nello sviluppo delle loro strategie e dei loro percorsi di crescita con capitale paziente e competenze manageriali. A ciò si aggiunge l’unicità della proposta del Fondo che beneficia delle competenze e del know how dell’intero gruppo Equita, ivi inclusa la capacità di generare un ampio e diversificato flusso di opportunità, peculiarità indispensabile per garantire una adeguata e rigorosa selezione degli investimenti.

Cordusio SIM, società del gruppo UniCredit, ha fin da subito creduto nell’iniziativa e collocato con successo lo strumento.

Stefano Lustig, co-responsabile Alternative Asset Management di Equita Capital SGR, e Rossano Rufini, responsabile Private Equity di Equita Capital SGR, promotori dell’iniziativa, hanno commentato: “I risultati raggiunti finora nella raccolta di Equita Smart Capital – ELTIF dimostrano che gli ELTIF sono lo strumento giusto per veicolare il risparmio privato verso l’economia reale. La loro diffusione non può che alimentare questo circolo virtuoso a beneficio di tutti. Inoltre, la strategia del fondo di investire nelle piccole e medie imprese italiane è un modello condiviso ed inclusivo”.

Matteo Ghilotti, Amministratore Delegato di Equita Capital SGR, ha aggiunto: “Equita Smart Capital ELTIF è una iniziativa strategica perché arricchisce la nostra offerta di soluzioni d’investimento in PMI domestiche indirizzata sia alle istituzioni che agli investitori retail, quest’ultimi raggiunti grazie a selezionati partner come Cordusio per una distribuzione efficace e consapevole”.

Manuela D’Onofrio, Responsabile della struttura Group Investment Strategy di UniCredit e Head of Investments & Solutions di Cordusio SIM, ha sottolineato: “In contesti di mercato in cui gli strumenti obbligazionari non possono più essere una parte preponderante del portafoglio, se vogliamo ottenere rendimenti positivi, consigliamo ai clienti di introdurre nel proprio portafoglio strategie di investimento positivamente correlate con l’economia reale. Questo ELTIF, come tutti gli strumenti di Private Market, rientra appunto nella tipologia di investimento “mission/goal-shaped” che condividiamo con i nostri clienti. Senza dimenticare il grande vantaggio virtuoso di Equita Smart Capital – ELTIF che consente di allocare il risparmio in attività produttive del nostro Paese in grado di facilitare la ripresa, creare occupazione e determinare un impatto sociale positivo. Obiettivi condivisi da UniCredit che, con programmi mirati, prosegue nel suo impegno in prima linea a supporto delle imprese italiane e dell’economia reale”.

Il fondo ha una durata complessiva di 8 anni e un periodo di investimento di quattro anni. Il ritorno obiettivo in termini di internal rate of return (IRR) è stimato tra il 12 e il 14% lordo annuo – ovvero un multiple on invested capital (MOIC) di circa 1,8x, calcolato sulla durata complessiva del Fondo.

Equita Smart Capital – ELTIF si pone come obiettivo quello di raggiungere Euro 140 milioni di raccolta totale e per garantire l’allineamento degli interessi con gli investitori, Equita Capital SGR e il team di gestione co-investiranno nel prodotto. Il Fondo è sottoscrivibile sia da investitori al dettaglio con un adeguato profilo finanziario che da investitori professionali.

Si segnala, infine, che Equita Capital SGR ha sottoscritto un accordo con Allfunds Bank per la distribuzione di Equita smart Capital – ELTIF agli investitori al dettaglio e che alcuni selezionati collocatori si sono aggiunti a Cordusio SIM nelle attività di distribuzione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, closing finale per il Land Degradation Neutrality di Mirova

Fondi, Dws: closing di 3 mld di euro per il terzo Pan European Infrastructure

Primo closing per Antares Az I

NEWSLETTER
Iscriviti
X