Fondi, da Ofi AM arrivano due nuovi fondi comuni

A
A
A
di Redazione 2 Marzo 2022 | 12:03

OFI Asset Management, uno dei principali asset manager francesi, con più di 70 miliardi di euro di AUM, ha registrato due nuovi fondi comuni sul mercato italiano, che sono stati classificati come articolo 9 secondo il nuovo regolamento europeo SFDR. OFI AM distribuisce i suoi fondi in Italia con il supporto di Selinca AV.  

I due fondi hanno la stessa filosofia d’investimento e si focalizzano entrambi su obbligazioni societarie di aziende impegnate in obiettivi di sostenibilità climatica. 

Il fondo Ofi Financial Investment – RS Euro investment Grade Climate Change investe,  con un approccio socialmente responsabile, in obbligazioni societarie Investment Grade  emesse in euro da società dei paesi membri dell’OCSE. Il suo obiettivo è di sovraperformare  il benchmark BoA Merrill Lynch Euro Corporate Index su un orizzonte d’investimento di 2  anni. 

Il fondo Ofi RS Euro High Yield investe in obbligazioni societarie ad alto rendimento  emesse in euro da società dei paesi membri dell’OCSE, che i gestori del fondo ritengono  maggiormente impegnate nella transizione energetica e ambientale. Il gestore cerca, inoltre,  di sovraperformare il suo benchmark, il Bloomberg Pan European HY (Euro), su un periodo  superiore a tre anni. 

“Questo fondo offre opportunità per gli investitori che desiderano beneficiare del potenziale  delle obbligazioni high yield e allo stesso tempo contribuire alla lotta contro il cambiamento  climatico. Grazie a questo duplice approccio, OFI AM ha ricevuto un mandato da un  importante investitore istituzionale francese per gestire 130 milioni di euro nel 2021″ afferma Guillaume Poli, responsabile dello sviluppo di OFI AM. 

Questi fondi si distinguono dai loro pari sul mercato per la loro forte attenzione alla  sostenibilità ambientale. Un approccio ampiamente collaudato, perché entrambi i comparti hanno sia l’etichetta SRI francese che la qualifica secondo l’articolo 9 del regolamento  europeo SFDR.

“Entrambi i fondi dimostrano questa forte vocazione sostenibile grazie a una valutazione, e  a un rating extra-finanziario del patrimonio del fondo, basato su un lavoro esaustivo di  raccolta dati presso gli emittenti”, commenta Eric Bertrand, Deputy Managing Director e  Head of Asset Management di OFI AM. “In OFI AM, siamo consapevoli che la domanda degli investitori per l’integrazione di criteri  extra-finanziari in tutte le asset class rimane elevata anche in relazione al contesto  normativo e alla volontà di investire con una particolare attenzione ai criteri ESG”, conclude  Bertrand. 

I due fondi hanno ricevuto l’etichetta SRI francese, un rating creato dal Ministero  dell’economia e delle finanze francese, per identificare i fondi che sostengono le aziende  che contribuiscono a un’economia sostenibile, adottando le migliori pratiche.  

Il marchio SRI in Francia certifica che gli obiettivi finanziari e i criteri ESG sono stati definiti  con chiarezza e spiegati agli investitori, e che gli standard ESG sono stati presi in  considerazione sia nella progettazione, che durante il ciclo di vita del portafoglio. Inoltre,  questo conferma e certifica l’applicazione dei metodi di analisi ESG, la trasparenza della  gestione dei fondi, l’esistenza di politiche di impegno e di voto e la misurazione dell’impatto  positivo della gestione ESG sullo sviluppo di un’economia sostenibile. 

OFI AM distribuisce inoltre in Italia i fondi OFI Financial Investments Precious Metals, OFI  RS Equity European Climate Change e OFI RS Act 4 Positive Economy.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti