Fondi, Goldman Sachs apre la porta ad Ethereum

A
A
A
di Redazione 17 Marzo 2022 | 10:01

Goldman Sachs sta offrendo ai propri clienti interessati la possibilità di investire nel fondo su Ethereum (ETH) gestito da Galaxy Digital. Lo rivela la banca stessa in un recente documento depositato presso la SEC, come riportato da Cryptonomist.ch.

Goldman Sachs apre agli investimenti in Ethereum

Il documento di Goldman Sachs cita esplicitamente il Galaxy Institutional Ethereum Fund, ovvero un fondo che consente di acquisire esposizione sul prezzo di ETH senza dover acquistare direttamente i token.

Il fondo di Galaxy Digital è regolamentato, quindi consente di ottenere un’esposizione anche a coloro che hanno esigenze normative stringenti, e non è quindi un caso che sia stato scelto da Goldman Sachs per i propri clienti.

Goldman Sachs riceverà i fondi dai propri eventuali clienti interessati, e li investirà per loro conto e su loro richiesta sul fondo Ethereum di Galaxy Digital.

L’investimento minimo nel fondo è di 250.000 dollari, e fino ad ora il fondo ha permesso a 28 clienti istituzionali di investire oltre 50 milioni di dollari. Tra questi ci sarebbe già anche Goldman Sachs, sebbene ad oggi non sia noto l’ammontare del suo investimento nel fondo.

L’interesse di Goldman Sachs per il Bitcoin

In precedenza la banca aveva già utilizzato altri servizi di Galaxy Digital, in particolare per l’offerta dei future sul Bitcoin. Inoltre la stessa Galaxy Digital offre già anche a Morgan Stanley un fondo simile, ma sul Bitcoin.

Goldman Sachs nei mesi scorsi aveva riaperto il trading desk di criptovalute destinato ai propri clienti, aggiungendo anche ETH. Secondo alcune indiscrezioni la banca sarebbe anche interessata ad offrire ai propri clienti la possibilità di scambiare opzioni bilaterali over-the-counter sulle criptovalute, ma ad oggi non vi sono conferme.

L’interesse della banca per le criptovalute, e in particolare per i servizi crypto ai propri clienti, ormai è più che evidente, tanto che anche i suoi vertici sembrano decisamente coinvolti. E il presidente di Goldman Llyod Blankfein di recente ha twittato invitando a mantenere una mente aperta sulle criptovalute.

In particolare sostiene che l’interesse nei confronti delle criptovalute è utile in questo momento a causa dei dati sull’inflazione in USA, ed il fatto che ormai è evidente che i governi possono bloccare fondi e pagamenti in valute fiat, mentre non possono fare altrettanto con le criptovalute (se conservate in wallet non custodial).

Non si tratta quindi solo di pura speculazione, ma anche di qualcosa che ha a che fare con l’innovazione tecnologica che le criptovalute portano in un sistema che ormai da troppo tempo evolve molto poco, come quello monetario.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X