Anima nel mirino di Amundi?

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 11 Aprile 2022 | 11:53

Venerdì scorso, a seguito del comunicato stampa di Crédit Agricole che annunciava il acquisto del 9,18% di Banco BPM, le azioni di Anima Holding sono cresciute del 7,89% a Piazza Affari. Nel fine settimana la stampa (tra cui Il Sole 24 Ore) ha riportato che Amundi, l’asset società di gestione della banca francese, potrebbe essere interessata ad Anima.

Gli analisti di Intesa SanPaolo, che giudicano Anima buy con target price di 5,20 euro, affermano che, al di là dei potenziali interessi di altri attori della gestione patrimoniale, emergono più opportunità che minacce da potenziali accordi di fusione e acquisizione e/o partnership che coinvolgono i partner bancari di Anima.

Per Intesa inoltre Anima resta protetta da possibili esiti negativi dalle caratteristiche dei suoi accordi pluriennali. Inoltre, l’accordo con Banco BPM prevede il esclusività per la gestione dei conti discrezionali al dettaglio (fino al 2037) e il attività assicurativa della banca (fino al 2038) e prevede, tra le altre clausole, una estensione automatica del contratto, fatte salve alcune eccezioni e fino a determinate soglie, alle nuove società, imprese, filiali e/o clienti di Banco BPM in caso di M&A che comporti un incremento/ampliamento della distribuzione canali del gruppo bancario e, quindi, un aumento della sua capacità distributiva.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X