Tori sui finanziari

A
A
A
Avatar di Valeria Cristofoli 7 Agosto 2008 | 15:00
I comparti italiani legati ai titoli bancari hanno registrato, lo scorso 5 agosto, le migliori performance, con guadagni superiori al 5%. La Federal Reserve, in prospettiva di una crescita economica americana ancora debole, ha mantenuto il tasso di riferimento invariato, spingendo al rialzo la Borsa di New York e i mercati europei. Il calo del greggio e delle quotazione dei metalli appesantiscono le perdite dei comparti legati alle materie prime.

Interfund Equity Europe Financials è il fondo italiano che segna il migliore rendimento del giorno, con un rialzo del 5,551%, seguito da Fonditalia Euro Financials in aumento del 4,892%. E’ quanto emerge dai dati elaborati da Bluerating e dai quali si evidenziano le performance giornaliere, dei fondi di diritto italiano e lussemburghesi storici, riferite alle quotazioni dello scorso 5 agosto.

Il comparto, gestito Interfund S.A. e distribuito da Banca Fideuram, ha un patrimonio di 31,55 milioni di Euro, riferito al 30 luglio 2008. Interfund Equity Europe Financials è costituito prevalentemente da strumenti finanziari di natura azionaria, quotati sulle principali Borse europee ed emessi da imprese operanti nel settore finanziario. Il fondo segue l’indice 100% MSCI Europe Financials, convertito in Euro.

Martedì 5 agosto le borse europee hanno chiuso in netto rialzo, trascinate dell’andamento positivo del mercato americano. L’ulteriore ribasso nel prezzo del greggio e la decisione della Fed di mantenere invariato il tasso di riferimento al 2%, hanno spinto la borsa di New York al rialzo. L’indice Dow Jones ha guadagnato il 2,94% e il Nasdaq il 2,81%.

Tra i titoli bancari, Société Générale ha guadagnato il 9,4%, Natixis il 9,2%, Crédit Agricole il 7,45% e Dexia il 7,35%.

Per la terza giornata consecutiva il fondo Pioneer C.I.M. – Global Gold and Mining, registra il peggiore rendimento tra i fondi italiani, in calo del 3,080%.

Il greggio non è l’unica materia prima in ribasso, le quotazioni dei metalli continuano a mostrare segni di debolezza. In particolare si registrano forti vendite sull’oro, il rame e il nickel. Anche il platino registra importanti contrazioni, causate delle prospettive di crescita negativa dell’industria mondiale. La correzione dei prezzi del greggio e delle materie prime lascia, comunque, prospettare un rallentamento nella crescita del tasso d’inflazione.

I MIGLIORI FONDI ITALIANI DEL GIORNO
Categoria Nome fondo Perf.
AZ. FINANZA INTERFUND EQUITY EUROPE FINANCIALS 5,55%
AZ. FINANZA
FONDITALIA EURO FINANCIALS 4,89%
AZ. PAESE PIONEER C.I.M. – INDIA EQUITY 4,09%  
AZ. FINANZA            
ITALFORTUNE BANKS AND INSURANCE COMPANIES
3,67%
AZ. FINANZA EURIZON AZIONI FINANZA 3,61% 

I PEGGIORI FONDI ITALIANI DEL GIORNO
Categoria Nome fondo Perf.
FLESSIBILI EUROMOBILIARE STRATEGIC
-1,46%
AZ. PACIFICO
DUCATO GEO ASIA -1,66%
AZ. PAESI EMERG. MC FDF PAESI EMERGENTI -1,74%
AZ. PAESE GESTIELLE CINA -1,91%
AZ. ALTRE SPECIAL. PIONEER C.I.M. – GLOBAL GOLD AND MINING -3,08%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fondi azionari Italia, i peggiori in Europa

Fondi comuni, prodotto del giorno

Fondi comuni – ripresa di Wall Street dopo taglio della Fed

NEWSLETTER
Iscriviti
X