Fondi, primo closing per il Golding Impact 2021

A
A
A
di Redazione 29 Agosto 2022 | 13:31

Golding Capital Partners, uno degli asset manager indipendenti leader in Europa nel ramo degli investimenti alternativi, ha ottenuto con successo il primo closing per il fondo di fondi Golding Impact 2021 con 65 milioni di euro.

I capitali provengono da diversi investitori istituzionali, sia esistenti sia nuovi, provenienti da Germania, Svezia e Svizzera. In questa fase iniziale, Golding Impact 2021 ha già investito in due fondi target, con una diversificazione su diverse aree chiave in linea con la propria strategia d’investimento. Il fondo si concentra su società in Europa, Nord America e mercati emergenti con modelli di business innovativi nei settori delle energie rinnovabili e dell’efficienza delle risorse (35%), della tecnologia per l’agricola sostenibile (35%) e include inoltre il settore dei servizi finanziari (30%). Golding prevede un IRR netto del 12-14% e punta a un closing finale di 300 milioni di euro entro la fine del 2023.

«Gli investitori esprimono un interesse significativo per le soluzioni con un impatto tangibile che vanno oltre gli investimenti ESG e che sostengono attivamente l’imprenditorialità trasformativa. Oltre all’esperienza in questo ambito, la diversificazione nella selezione dei fondi sottostanti è fondamentale”, afferma Andreas Nilsson, Head of Impact Investing di Golding. “Siamo orgogliosi di poter offrire agli investitori istituzionali un punto di ingresso in un mercato altrimenti ancora di difficile accesso, svolgendo un ruolo importante nello sviluppo di questa asset class. Siamo inoltre lieti che tra i sottoscrittori del fondo vi sia anche SEB-Stiftelsen, primo investitore istituzionale svedese per Golding».

«Ci occupiamo specificamente di impact investing da diversi anni ed è quindi gratificante vedere che il nostro primo prodotto dedicato a questa asset class stia ottenendo un riscontro positivo da parte di investitori nuovi ed esistenti di diversi Paesi. Il successo del collocamento conferma la nostra convinzione che il segmento dell’impact abbia un potenziale di crescita significativo in tutto il mondo e che sia corretto concentrare su questa asset class la nostra strategia di espansione per aprire nuovi mercati», ha aggiunto Jeremy Golding fondatore e Managing Partner di Golding.

La strategia del fondo di fondi Golding Impact 2021 prevede di costruire un portafoglio ampiamente diversificato tra settori, regioni e fasi di sviluppo. Sono previsti investimenti in circa 15 fondi di private equity in fase growth, con una allocazione residuale per co-investimenti selezionati. Il portafoglio del si concentrerà su società che operano principalmente in tre settori: Green Solutions, Food e Ag-Tech Solutions e Financial Inclusion Solutions. Golding applica un rigoroso processo di due diligence nella selezione degli investimenti e ha sviluppato un sofisticato sistema di gestione dell’impatto che definisce in modo esplicito gli obiettivi di impatto misurabile di ciascun investimento e consente di valutarne la performance.

Il fondo Golding Impact 2021 permette agli investitori di dare un contributo misurabile alla mitigazione dei cambiamenti climatici e delle disuguaglianze globali. Il primo investimento del fondo è rivolto a un fondo target che si rivolge ad aziende europee in fase di crescita con modelli di business volti a contribuire positivamente alla lotta contro il cambiamento climatico. Il fondo target ha già investito in sette società impegnate attivamente in settori quali la transizione energetica, la sostenibilità in agricoltura e nei trasporti e la decarbonizzazione della produzione industriale.

Il secondo fondo target, invece, è specializzato in società fintech che consentono un migliore accesso ai servizi finanziari nei mercati emergenti, con un elevato potenziale di innovazione e di ritorno. A oggi, il fondo ha già investito in 16 società.

Il fondo Golding Impact 2021 è strutturato come SICAV-FIAR di diritto lussemburghese ed è rivolto agli investitori istituzionali con un impegno minimo di 5 milioni di euro.

Il fondo, inizialmente classificato in modo conservativo come articolo 8+ secondo la Sustainable Finance Disclosure Regulation (SFDR), a lungo termine punta a essere classificato come articolo 9.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti