Fondi: l’alternativa al conto corrente secondo Pharus

A
A
A
di Redazione 13 Settembre 2022 | 12:01

Inflazione sopra al 9% e aumento dei tassi di interesse si ripercuotono inevitabilmente sui patrimoni di imprese e famiglie.

Da un lato, infatti, l’inflazione può avere un effetto corrosivo sul denaro depositato sui conti di risparmio per via del rincaro di beni e servizi. Dall’altro l’impennata dei prezzi associata all’aumento dei tassi da parte delle Banche Centrali influisce negativamente sui rendimenti finanziari.

Questi due elementi, combinati tra di loro, comportano l’erosione del valore reale dei risparmi.

Se inoltre consideriamo che in Europa il denaro depositato in banca è garantito fino a 100mila euro, ecco che gli elementi di rischio aumentano.

Come gestire dunque la liquidità in eccesso?

Di regola un aumento dei tassi d’interesse dovrebbe comportare una riduzione del valore delle obbligazioni, ma non se si fa un’attenta selezione. Infatti, emissioni con duration breve e aziende di qualità consentono di assorbire in breve tempo le oscillazioni sui prezzi, rendendo possibile ottenere rendimenti interessanti con un livello di rischio molto contenuto, soprattutto in un contesto che di rischi ne presenta già abbastanza.

Ed è proprio su questi principi cardine che si fonda la filosofia di allocazione del fondo Pharus Sicav Liquidity di Pharus. Un fondo obbligazionario a breve termine, il primo di casa Pharus, con oltre 20 anni di track record, di cui 19 di risultati positivi.

Il fondo investe attualmente in obbligazioni ben diversificate, sia a livello geografico che settoriale, con duration intorno all’anno, focalizzandosi su aziende solide, con rating medio BB, e con un rendimento interno attuale del 4.10%.

Il team di gestione identifica le opportunità che il mercato presenta combinando due obiettivi: massimizzare il rischio/rendimento (la cosiddetta spread duration) e definire in dettaglio la qualità delle aziende (la cosiddetta ‘selezione’). Per farlo utilizza un sistema proprietario di valutazione unito a un approccio sia top down, sia bottom up.

L’approccio top down si basa su tre azioni: analisi macro del ciclo economico all’interno del quale ci troviamo; analisi settoriale in termini di rapporto rischi opportunità; analisi del rischio Paese, specie per quelle economie meno note e più lontane. In altre parole, vengono analizzate le situazioni che portano ad avere il massimo rendimento per il miglior livello di rischio.

L’approccio bottom up parte invece dall’analisi delle singole aziende. Il rating proprietario consente di applicare un criterio più coerente e preciso rispetto al mero giudizio esterno delle agenzie di rating e consente di prendere in considerazione anche il mondo delle aziende senza rating, ricco però di opportunità.

L’obiettivo del Pharus Sicav Liquidity è dunque quello di offrire un portafoglio stabile con forte attenzione al rischio, per essere preparati soprattutto in fasi di ciclo economico meno favorevoli come quella che stiamo vivendo, andando così a costituire una valida alternativa al conto corrente e ai rischi ad esso associati.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti