Fondi pensione, i rendimenti tengono duro sul lungo periodo

A
A
A
di Redazione 17 Novembre 2022 | 12:02

Nonostante la possibilità di un recupero negli ultimi due mesi dell’anno, cui molti addetti ai lavori guardano con una certa fiducia, l’andamento negativo dei mercati finanziari nel 2022 potrebbe tradursi a fine anno in un segno meno per i rendimenti delle forme di previdenza complementare. Ma, misurati sugli ultimi dieci anni, un periodo di tempo più corretto per la valutazione di investimenti di lungo periodo come quelli previdenziali, i rendimenti netti restano ampiamente positivi: tra il 2,7% e il 3,3% in media a fine settembre 2022 (fonte: Covip), comprendendo quindi i ribassi dei mercati dei primi nove mesi dell’anno che un eventuale recupero da qui a fine dicembre potrebbe ridurre, facendo ulteriormente salire i rendimenti. E talune delle società di gestione che fanno parte del Club dei Partner di Assoprevidenza prevedono per i mercati finanziari un 2023 migliore, come è emerso dalla tavola rotonda organizzata in occasione dell’Assemblea dell’Associazione, ieri a Milano. “Per investimenti di lunghissimo periodo come quelli previdenziali – ha sottolineato il Presidente di Assoprevidenza Sergio Corbello – impennate di ribasso e di rialzo dei mercati nel tempo si ammortizzano, come dimostra l’andamento medio dei rendimenti della previdenza complementare negli ultimi 10 anni”. Inoltre va tenuto in conto, ha aggiunto, del fatto che “le forme di previdenza complementare stanno impiegando una quota crescente di risorse in investimenti cosiddetti alternativi, decorrelati dall’andamento dei mercati finanziari. Questi impieghi contribuiscono ad attutire le fasi negative dei mercati portando risultati con il segno più”.

­
Al dibattito oltre a Sergio Corbello, Presidente di Assoprevidenza e Tiziana Tafaro, Presidente del Consiglio Nazionale Degli Attuari e Direttore di Assoprevidenza, hanno partecipato: Michele Boccia, Head of Italian Institutional di Eurizon Capital SGR SpA, Barbara Brida, Executive Director di LGT Capitals Partners, Giuseppe Chianese, Tesoriere Assoprevidenza e Direttore Generale di Fondaereo, Pasquale Diana, Responsabile Ricerca di AcomeA, Claudio Graziano, Vice-Presidente di Assoprevidenza e Presidente del Fondo Pensioni Banca Intesa, Giovanni Legnani, Client Solutions Group Manager di Macquarie Asset Management, Valerio Marchisio, Risk Manager, Phd, Partner Associate Crenca & Associate, Amedeo Monchiero, Associate Client Relationship Manager di UBS, Lorenzo Saggiorato, Responsabile Investitori Istituzionali di AcomeA, Alberto Salato, Head of Southern Europe di Neuberger Berman, Orlando Vari, Direttore Generale Fondo Pensioni del Personale del Gruppo BNL BNP Paribas BNP Italia, Danilo Verdecanna, Director Business Development, EMEA di Asset Management One International Ltd. AMOI.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti