Gestori, la resilienza di fronte alle sirene dei mercati

Nessun cedimento alle sirene del mercato, anche in presenza di fattori di crisi persistenti. Inflazione, allarme recessione e crisi di liquidità non bastano a determinare un radicale cambio di indirizzo da parte dei gestori riguardo alle scelte d’investimento proposte alla clientela. Che rimangono saldamente improntate a criteri tradizionali e prudenziali basati su diversificazione e duration degli investimenti.

E’ quanto emerge in sintesi dalla nuova ricercaindipendente (Titolo: “La Resilienza dei Gestori davanti alle Sirene del Mercato”) che MediaCognition, alla vigilia dell’edizione 2023 del Salone del Risparmio, ha pubblicato prendendo in esame i risultati globali di 52 tra le maggiori SGR operanti in Italia nel primo quadrimestre dell’anno in corso.

Obiettivo della ricerca è stato quello di determinare il consensus dei money manager italiani e internazionali, analizzando i loro consigli d’investimento, tramite l’analisi supervisionata di 5939 articoli di stampa pubblicati sui media on line.

“Per determinare un consensus effettivamente esaustivo”, spiega Davide Greco co-founder e Ceo di MediaCognition, “abbiamo operato una tripartizione dei messaggi rilasciati dalle case d’investimento in tre aree: asset class, aree geografiche e temi d’investimento. Questo ha permesso, attraverso regole di text mining con la supervisione di esperti di dominio in fase di formalizzazione, di analizzare in profondità gli orientamenti d’investimento in un arco temporale sufficientemente lungo”.

Tra i risultati portati in luce dalla ricerca di MediaCognition per quanto riguarda la ripartizione in asset class, spicca una marcata attenzione al tema dell’azionario, con il 27,98% degli articoli dedicati a questa tipologia, rispetto al 12,98% sul totale riservati al Fixed Income. Gli Investimenti Alternativi (2,09%), così come le Materie Prime (1,45%) e gli Etf (2,71%) hanno complessivamente rappresentato una quota marginale nelle scelte di comunicazione dei gestori.

Per quanto riguarda le Aree Geografiche, risultano maggiormente gettonati i mercati emergenti, oggetto di attenzione del 31,47% dei messaggi dei money manager, senza considerare la Cina alla quale è stata dedicata una quota di articoli del 18,09%

Infine, per quanto attiene i Temi d’Investimento, spicca su tutti l’attenzione riservata all’Intelligenza Artificiale (AI) con 198 risultati, Energia con 165 ed Healthcare con 159, tema quest’ultimo fortemente sponsorizzato dai gestori nell’ultimo mese.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!