Fondi, da M&G un comparto azionario focalizzato sull’intelligenza artificiale

M&G Investments ha annunciato il lancio del fondo M&G (Lux) Global Artificial Intelligence Fund, una strategia azionaria a gestione attiva creata per cogliere l’opportunità di investimento rappresentata dall’Intelligenza Artificiale (IA).

In una fase particolarmente interessante per l’innovazione e la competizione in ambito tecnologico, l’IA costituisce uno tra i più importanti driver di crescita per i decenni a venire, nonché una forza di mercato dirompente, destinata a rappresentare un fattore chiave per il successo e la sopravvivenza delle aziende a livello globale.

L’IA ha il potenziale di apportare ogni anno tra i 2,6 e i 4,4 trilioni di dollari all’economia mondiale in termini di produttività ed efficienza – cifre che si avvicinano all’intero PIL 2022 del Giappone ($4,2 TN) o della Germania ($4 TN) – e la sua implementazione può fornire vantaggi trasformativi alle aziende in un’ampia gamma di ambiti come, ad esempio la gestione del rischio e il miglioramento dei processi decisionali e dell’esperienza del cliente.

Per beneficiare di questa opportunità, il fondo M&G (Lux) Global Artificial Intelligence gestisce un portafoglio di 50-70 società selezionate, in cui l’IA sta emergendo come potenziale motore di crescita di ricavi e margini a lungo termine, e individua opportunità in tre categorie di imprese:

  • AI Enablers: società che forniscono la tecnologia necessaria per creare soluzioni basate sull’IA;
  • AI Providers: società che offrono ai propri clienti soluzioni basate sull’IA;
  • AI Beneficiaries: società che utilizzano l’IA per migliorare prodotti, servizi e processi.

Il fondo sarà co-gestito da Jeffrey Lin e Thomas Lee, entrambi parte del Thematic Technology Equity Investment Team di M&G. Potendo contare su un investimento iniziale di 80 milioni di sterline da parte di M&G, la strategia mira a fornire un rendimento totale superiore (attraverso una combinazione di crescita del capitale e reddito) rispetto all’indice MSCI ACWI su un periodo di cinque anni. Classificato come Articolo 8 ai sensi della SFDR, il fondo applica esclusioni al carbone termico e alle armi controverse ed esercita limiti sui ricavi derivanti da investimenti associati a specifici settori sociali e ambientali.

Fabiana Fedeli, CIO Equities, Multi-Asset and Sustainability di M&G Investments, ha commentato: “Siamo all’inizio di un trend di crescita pluridecennale, che ha il potenziale di generare un forte cambiamento nell’economia e rimodellare lo scenario competitivo in tutti i settori. Vediamo molte opportunità di investimento interessanti legate all’IA ma, come per tutte le forze di mercato dirompenti, ci aspettiamo un intenso periodo di euforia dei mercati. Comprendere quali siano le aree di crescita più solide sarà la chiave per fornire risultati migliori ai clienti che sceglieranno di cogliere questa entusiasmante opportunità”.

Jeffrey Lin, co-gestore del fondo M&G (Lux) Global Artificial Intelligence, aggiunge: “Il potere dirompente dell’innovazione tecnologica deriva dal potenziale di creare un prodotto migliore o più economico in grado di far crescere le quote di mercato di un’azienda o, addirittura, di un nuovo mercato. In qualità di investitori attivi, ci concentriamo sull’individuazione del punto d’incontro tra innovazione tecnologica e sua implementazione all’interno dei processi aziendali. La lunga esperienza maturata nell’ambito dell’ingegneria informatica e nel settore degli investimenti ci forniscono le competenze necessarie per capire di cosa necessiti un’azienda per avere successo in questo settore”.

La strategia è disponibile come fondo OEIC per gli investitori con sede nel Regno Unito e come fondo SICAV per gli investitori basati altrove. Entrambi i fondi seguono la stessa strategia e sono gestiti dal medesimo team di investimento.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!