Wealth manager ancora sottoesposti al reddito fisso

Gli investitori istituzionali e i gestori patrimoniali stanno rivolgendo la loro attenzione al rendimento anziché alla crescita in risposta al cambiamento del contesto geopolitico e macroeconomico. E’ quanto emerge da una recente ricerca di Managing Partners Group, la società internazionale di gestione patrimoniale.

Circa l’80% degli intervistati nello studio condotto tra investitori istituzionali e gestori patrimoniali di tutto il mondo con un patrimonio in gestione di 107 miliardi di euro afferma che i loro fondi aumenteranno l’attenzione sul rendimento nei prossimi 12 mesi.

Gli investitori professionali si aspettano che i rendimenti nel settore del reddito fisso e le allocazioni nel settore aumentino nei prossimi 12 mesi, ma sono meno positivi nei prossimi sei mesi, ha poi rilevato la ricerca.

Circa tre su quattro (72%) prevedono che i rendimenti nel settore del reddito fisso in generale aumenteranno nei prossimi 12 mesi, con il 9% che prevede un aumento “deciso”. Fino al 74% prevede che le allocazioni in asset a reddito fisso aumenteranno nello stesso periodo, mentre il 22% prevede un deciso aumento delle allocazioni.

Quasi la metà (45%) afferma inoltre che i fondi che gestiscono sono attualmente sottoesposti al reddito fisso, solo il 9% ritiene che siano sovraesposti e il 46% ritiene di avere il giusto livello di esposizione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!