Speciale Fondi: obbligazionari sotto esame

A
A
A
Avatar di Redazione 10 Novembre 2008 | 09:00
Bluerating.com ha stilato una classifica dei primi 5 fondi obbligazionari governativi breve termine dell’area euro in base alla performance year to date registrata al 31 ottobre. Questa settimana intervisteremo i gestori di questi fondi per poter fornire a consulenti e promotori una serie di informazioni utili per le loro scelte di investimento. Oggi è la volta di Tony Du Perez, gestore del comparto SGAM Fund Money Market euro.

Bassa Modified duration, pari a 0,11, limiti intelligenti nel picking ed un timing di scadenza preciso.

Sono queste le regole fondamentali seguite dal gestore Tony du Perez (nella foto). Un mix davvero interesante, che ha portato il fondo SGAM Fund Money Market euro a guadagnare il +3,15% da inizio anno e a essere tra i 5 migliori del settore Obbligazionario Euro Breve Termine.

Può indicarci le sue caratteristiche vincenti di gestione?


In primo luogo, la buona performance del fondo dipende da come viene gestita la liquidità. Ogni giorno qualche titolo del portafoglio raggiunge la sua scadenza, permettendoci di disporre di liquidità. Inoltre, a seconda dell’ammontare netto delle sottoscrizioni/riscatti nel portafoglio, investiamo su base giornaliera in strumenti del mercato monetario con scadenze brevi (meno di tre mesi) e bassa volatilità, con lo scopo di assicurare una diversificazione omogenea delle scadenze. In caso di grande tensione dei mercati, che portano problemi di fiducia, e volatilità, come quella che abbiamo vissuto a inizio ottobre, investiamo in strumenti con scadenze ancora più brevi (meno di un mese) per assicurare liquidità al fondo, che è uno dei nostri principali obiettivi.

In secondo luogo la buona performance del fondo è determinata dall’universo di investimento. Gli emittenti sono selezionati tenendo conto delle restrizioni imposte dal dipartimento di analisi del credito. Investiamo solo in Certificati di Deposito o Commercial Paper investment grande denominati in euro. Non abbiamo in portafoglio nessun Abcp, cioè asset backed commercial paper, né ABS né CDS. Fin dal sorgere delle pressioni sul mercato monetario, nel luglio 2007, abbiamo tentato di ottenere elevati interessi investendo in banche, soprattutto europee, con buoni rating e a tasso fisso, per rimanere più vicini al benchmark.

Quali previsioni è in grado di fare sull’andamento futuro del settore in cui investe il suo fondo?

Le misure straordinarie e coordinate prese dai governi (prestiti garantiti, flussi di capitali per le banche, incentivi) e dalle Banche centrali (taglio dei tassi) allevierà il rischio sistemico, ma il veloce deterioramento dell’economia reale per i bond governativi è incoraggiante. La curva dei rendimenti continuerà infatti a diventare più ripida e noi ci aspettiamo una perfomance migliore dei bond governativi con le scadenze più brevi.

Se desiderate ricevere maggiori informazioni su un determinato fondo di investimento, conoscere il parere del gestore, avere un’analisi dettagliata dello storico di un prodotto da voi proposto (o nel quale avete investito) scriveteci.

Per conoscere tutii i dettagli del fondo clicca  qui

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, più promossi che bocciati tra Italia e Europa

Asset allocation: le mosse estive sui bond

Fondi, guadagni a doppia cifra

NEWSLETTER
Iscriviti
X