Risparmio gestito, i fondi obbligazionari non sono morti

A
A
A
Avatar di Redazione 10 Novembre 2008 | 10:00
Per tutta la settimana Bluerating.com intervisterà i maggiori esponenti delle SGR italiane per avere un’opinione sullo stato di crisi del risparmio gestito. Oggi abbiamo parlato con Simone Bini Smaghi, vice direttore generale di Arca SGR, per avere un commento sulle difficoltà del settore, il perché i fondi obbligazionari sono stati la peggiore categoria da inizio anno, quali soluzioni si potrebbero attuare per uscire da questa situazione e come Arca intende reagire in termini di prodotti.

Per Simone Bini Smaghi (nella foto), vice direttore generale di Arca SGR, le performance dei fondi comuni di investimento in Italia sta risentendo della crisi dei mercati finanziari che ha toccato molte asset class differenziate e cioè quelle azionarie, obbligazionarie e nell’ultimo periodo anche quelle alternative. C’è poi la questione della distribuzione che nel Belpaese è guidata dagli intermediari finanziari, che da circa un anno stanno riequilibrando i propri livelli di liquidità e stanno spingendo le reti a fare molta raccolta diretta.

Per quanto riguarda i fondi obbligazionari, la categoria più colpita dell’intero settore da inizio anno, ciò ha origine a partire dagli inizi del 2000, periodo in cui questi prodotti hanno sofferto in termini di performance gli elevati livelli dei tassi Bce, e ora bisognerebbe rimodulare l’offerta per rendere questi prodotti maggiormente attraenti.

Per risollevare l’industria italiana del risparmio gestito vanno bene le scelte su cui stanno già lavorando da qualche mese Consob e Bankitalia, sarebbe consigliabile avere una maggiore attenzione da parte di chi distribuisce e offre i prodotti e fa consulenza ai clienti.

Arca SGR punterà a offrire e implementare una nuova tipologia di prodotti che offrono la garanzie del capitale, con Arca capitale garantito giugno 2013 e dicembre 2013. Nella primavera del 2009 la SGR lancerà nuovi e innovativi prodotti proprio nel segmento dei fondi obbligazionari.

Se vuoi ascoltare l’intervista completa clicca sull’icona del podcast.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Anima è pronta per Arca

Arca fa gola al private equity

Bper: Arca al bivio

Caccia grossa nel risparmio gestito

Arca Holding, i conti navigano in acque serene

Bper alla conquista di Arca

Arca Holding raddoppia l’utile con i Pir

Pir, quale collegamento con le Pmi?

BLUERATING IN EDICOLA: Sempre più in alto con i Pir

Arca, tempi lunghi per la cessione

Alto Rendimento, premiati Azimut, Arca, T.Rowe Price ed Ersel

Bper vuole salire in Arca

Pir, le strategie delle banche e delle reti

Classifiche Bluerating: Arca in testa tra i fondi diversificati euro aggressivi

Fondi, nuovo look per Arca

Arca lascia il comitato gestori di Assogestioni

Classifiche Bluerating: Amundi in testa nei fondi a capitale garantito

Arca Sgr ha scelto gli advisor per la vendita

Arca sgr, in quattro nella rosa per diventare advisor

Fondi, Amundi punta Arca sgr

Arca sgr, per Loser “serve il gradimento del cda”

Arca sgr, l’affondo di Atlas Merchant Capital

Anima-Arca, integrazione che piace

Arca sgr, si fa avanti il fondo Centerbridge

Atlas Merchant Capital offre 1 miliardo per Arca Sgr

Arca sgr, al via il fondo di Minibond

Arca sgr nel mirino di un fondo Usa

L’Album della Finanza 2014: Ugo Loser (Arca sgr)

Arca sgr, l’utile 2013 sale a 31,4 milioni

Arca sgr Top Funds aprile 2013

Bini Smaghi (Arca sgr): l’investimento? Strategico e lungo

Montagna (Arca): ci sono delle piccole perle anche a Piazza Affari

Arca sgr, un fondo specializzato in obbligazioni

NEWSLETTER
Iscriviti
X