Top Advisor, missione sostenibilità

A
A
A
di Chiara Merico 24 Ottobre 2016 | 07:36
I primi dieci classificati della categoria Promotori e i primi cinque delle categorie Studenti e Privati si recheranno a Ginevra, il 27 e 28 ottobre, per la premiazione del concorso di Pictet Asset Management e Fida.

PREMI SOSTENIBILI – Sono nel segno della sostenibilità i premi assegnati ai vincitori di Top Advisor, il concorso sulla costruzione di portafogli virtuali lanciato da Pictet Asset Management e Fida, che si è concluso lo scorso 15 luglio. Maurizio Frigerio, primo in classifica generale e vincitore anche nella categoria Promotori (ora consulenti finanziari, n.d.r.), si è aggiudicato una Renault Twizy Life 80. Al secondo classificato della graduatoria generale, Tommaso Pirotta (primo anche nella categoria Privati) è andata la bici elettrica Migi/Amy, mentre il terzo in classifica, Rosario Pazienza (secondo nella categoria Privati) ha vinto una bici elettrica Migi/ July Plus. I primi dieci classificati della categoria Promotori e i primi cinque delle categorie Studenti e Privati si recheranno a Ginevra, il 27 e 28 ottobre, per la premiazione del concorso.

PUNTARE SULL’ASSET ALLOCATION Maurizio Frigerio, senior advisor di Che Banca!, si dice soddisfatto della vittoria. “Considerando il numero complessivo di concorrenti e l’attenzione che il concorso riscuote è un risultato che mi dà grande soddisfazione”. Per Frigerio “l’asset allocation è sicuramente stata la componente che ha permesso al mio portafoglio di sovraperformare. È una scelta che ho preso fin dall’inizio della competizione e che ho mantenuto nonostante la volatilità che ha caratterizzato i mercati nel corso di questo ultimo periodo. L’asset allocation l’ho costruita sovrappesando in maniera decisa gli asset azionari, e focalizzandomi su quei comparti che secondo me avrebbero portato performance al portafoglio”. Per FrigerioTop Advisor è “un’iniziativa molto interessante, che permette a un’ampia platea di potersi cimentare nella simulazione di una gestione di portafoglio, stimolando interesse e voglia di approfondimento. A oggi, a mio parere, tra i risparmiatori è ancora troppo bassa la cultura finanziaria per cui ogni iniziativa di questo tipo contribuisce a incrementare la conoscenza generale. Spero che il concorso venga riproposto e ovviamente metterò di nuovo alla prova la mia professionalità e le mie competenze”.

FINALE IN CRESCENDO – Tommaso Pirotta, secondo in classifica generale e primo nella categoria Privati, ha qualche rimpianto: “Il massimo sarebbe stato portare a casa il primo posto anche nella classifica globale dove sono statosorpassato proprio al fotofinish, ma cercherò di rifarmi l’anno prossimo!”, racconta a Bluerating. Per quanto riguarda le scelte di asset allocation, Pirotta spiega: “Sicuramente ho costruito un portafoglio prudenziale in cui la componente obbligazionaria è stata fondamentale, senza dimenticare però le valute e i Paesi emergenti, in accordo con gli attuali criteri di diversificazione. Personalmente – aggiunge Pirotta – ho movimentato il portafoglio dopo il primo giro di boa in quanto non stavo ottenendo i risultati sperati, perché avevo fondi troppo settoriali e rischiosi: più del 25% del portafoglio alla fine è stato fatto con il fondo Pictet Emerging Corporate Bond che ha avuto un finale in crescendo, così come il Pictet US High Yield. La forza del mio portafoglio è stata quella di contenere grazie all’obbligazionario la componente volatile, fondamentale nel calcolo finale del parametro di valutazione del portafoglio”. Pirotta considera Top Advisor “un’iniziativa lodevole. Aggiungerei ove possibile anche una parte relativa all’education con contenuti più specifici per chi vuole approfondire i mercati finanziari e gli strumenti, così come un’infarinatura sui principi di asset allocation”.

DIFFONDERE LA CULTURA FINANZIARIA – Mattia Riberto si è classificato al primo posto della categoria Studenti. “Sono soddisfatto del piazzamento raggiunto, inizialmente non confidavo di guadagnare le prime posizioni, ma durante il concorso, maturando consapevolezza nei miei mezzi, sono riuscito ad ottenere il risultato sperato”. Sul fronte dell’asset allocation “la strategia di base sin dall’inizio è stata abbattere la volatilità, viste le molte incertezze che si palesavano: Brexit, attentati, ridiscussione dei tassi da parte della Fed, instabilità del comparto bancario”, spiega Riberto. “Per questo ho creato un portafoglio prevalentemente obbligazionario, collocandomi principalmente sui corporate e per il resto su fondi valutari. Il tutto allocato, per la maggior parte, nella zona euro”. Per il vincitore della categoria Studenti “si tratta sicuramente di un’ottima iniziativa che si colloca sulla buona strada per diffondere la cultura finanziaria in Italia. La diseducazione in questo settore è un problema generalizzato da affrontare, come ogni analfabetismo, alla radice, cioè partendo dalle scuole. I cittadini non possono prescindere da una cultura finanziaria personale per la gestione del proprio patrimonio. In quest’ottica TopAdvisor è un primo passo nella direzione giusta”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation: meno Giappone nei portafogli

Pictet: i mercati finanziari nel mondo post pandemia

Investimenti, tutti i vantaggi delle obbligazioni societarie asiatiche

NEWSLETTER
Iscriviti
X