Fondi Comuni – Si salvano in pochi

A
A
A
di Redazione 4 Dicembre 2008 | 13:15
Ancora una volta le rilevazioni di Assogestioni non lasciano spazio ai dubbi. L’industria dei fondi sta vivendo la più grossa crisi della sua storia. Da inizio anno i deflussi hanno già raggiunto, infatti, quota -131,14 miliardi, con il patrimonio che si colloca a quota 422 miliardi di euro, contro i 436,5 del mese scorso, evidenziando anche in questo un calo del -3,2%.

Nel dettaglio la classifica sulla raccolta mensile dei gruppi di gestione vede piazzarsi al primo posto, inaspettatamente, Jp Morgan Asset management con 161,7 milioni.

Segue a grande distanza Mediolanum con 39 milioni mentre rimangono in zona positiva solo State Street Global Advisors (35,4 milioni), il gruppo Generali (32,6 milioni), Banca Leonardo (15,6 milioni), ING Direct (8,8 milioni), Banca Popolare di Vicenza (8,5 milioni) e Etica (2,7 milioni).

A pagare la metà dei deflussi di tutta l’industria, che ha accusato un rosso da 8,2 miliardi di euro, sono, invece, Pioneer Investments (-1,41 miliardi); il gruppo Intesa Sanpaolo, con Eurizon che segna -1,67 miliardi e Banca Fideuram +424,5 milioni, per un totale di -1,41 miliardi; Credit Agricole Asset Management (-1,01 miliardi); il gruppo UBI Banca (-587,2 milioni); Monte dei Paschi di Siena (-556,5 milioni) e il gruppo Banco Popolare (-521,7 milioni).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti