Brambilla (Controlfida): “Ecco le nostre strategie anti-volatilità”

A
A
A
di Daniel Settembre 18 Novembre 2016 | 13:52
Oltre alle strategie già in offerta per gli investitori, la società di gestione lancerà due fondi per il 2017 con una forte decorrelazione ai mercati per controllare la volatilità che resterà alta nei prossimi mesi.

Sui mercati continua a dominare l’alta volatilità causata da forti incertezze soprattutto politiche – da ultima la vittoria di Trump alle presidenziali Usa – e gli investitori sono sempre alla ricerca di rendimenti soddisfacenti e non troppo rischiosi, a fronte degli ancora troppo bassi tassi obbligazionari. In questo quadro macroeconomico Controlfida offre una gamma di prodotti azionari a volatilità ridotta, tra cui spicca il fondo Delta, un azionario che punta ai mercati sviluppati con performance solida e che negli ultimi 15 anni ha battuto il benchmark 13 volte su 16, e il Discovery, azionario che punta agli emergenti, proprio per garantire al risparmiatore una protezione alla volatilità.

“Il nostro obiettivo”, spiega a BLUERATING Fabio Brambilla (nella foto), partner di Controlpartners, società londinese del gruppo Controlfida che si occupa del marketing e distribuzione dei fondi, “è fare il 100% del rialzo e ridurre il 50% il ribasso dei mercati attraverso strategie opzionarie che proteggano sul primo ribasso e permettano di beneficiare del primo rialzo dei mercati. Si tratta che di fondi che, non solo hanno avuto una ottima raccolta tra i prodotti distribuiti dal nostro partner Banca Generali, ma che si adattano all’attuale caratterizzato da tassi d’interesse ai minimi, dove l’investitore si rivolge sempre più spesso all’investimento azionario”.

D’altro canto la view della società per il mercato obbligazionario rimane storicamente molto negativa. “In un contesto in cui ci sono molti più rischi che benefici per chi si vuole approcciare a questa asset class, offriamo un fondo flessibile a bassa volatilità, il Defensive Fund, una strategia alternativa all’obbligazionario senza rischio di credito e rischio di tassi d’interesse”, ha aggiunto Brambilla. “Il fondo ha l’obiettivo di generare un rendimento del 4-6% con una bassa volatilità, inferiore al 4%. Si basa sulla monetizzazione della volatilità dei mercati azionari, anche in condizioni di tensioni come successo con il voto Brexit. Insomma, prudenza nell’obbligazionario con prodotti difensivi e un cauto ottimismo nei confronti dell’azionario, che pensiamo sia la soluzione che attualmente soddisfi di più le esigenze di rendimento dell’investitore”.

E se con l’arrivo di Trump l’incertezza a medio-lungo termine aumenta, Controlfida si sta preparando al lancio di due nuovi fondi per il 2017. “A breve verrà approvato l’Evolution, un global macro direzionale con forte decorrelazione rispetto ai mercato e che vedrà la luce agli inizi del prossimo anno. Mentre un secondo fondo CTA sarà lanciato nel periodo estivo del 2017 e sarà anch’esso decorrelato ai mercati. Insomma, pensiamo che con la fine di un ciclo rialzista dell’azionario sia importante integrare nell’offerta prodotto strategie global macro decorrelate ai mercati”, ha concluso Brambilla.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X