Consultinvest: la view di medio termine punta sull’azionario

A
A
A
di Chiara Merico 22 Dicembre 2016 | 09:00
Il nuovo scenario rende ancora più negative le prospettive strategiche per i mercati obbligazionari governativi e sul tasso fisso in particolare, spiega una nota della società.

PROSPETTIVE NEGATIVE – I nostri timori che l’asset class obbligazionaria governativa potesse nascondere i maggiori rischi per l’investitore si stanno concretizzando, e il nuovo scenario rende ancora più negative le prospettive strategiche per i mercati obbligazionari governativi e sul tasso fisso in particolare, spiega una nota di Consultinvest, la società guidata da Maurizio Vitolo. Anche se la “Trumponomics” non dovesse trovare un’applicazione estesa e completa come nel programma elettorale, il rischio è che si sia all’inizio di un bear market di medio periodo e che il mercato obbligazionario USA sia al capolinea dopo anni di rendimenti artificiosamente compressi dall’azione dal QE della FED. La volatilità e la risalita dei rendimenti negli USA genererà tensioni e pressioni al rialzo anche per quelli dell’area euro, soprattutto per la periferia e per i comparti a maggior contenuto di rischio di credito. Fino a che non saranno evidenti segnali recessivi i mercati obbligazionari governativi rimarranno sotto pressione.

LE PROSPETTIVE GEOPOLITICHE –
Sul fronte geo-politico il voto referendario italiano, dopo la Brexit e Trump, conferma indipendentemente dalla matrice politica o geografica l’attuale difficoltà di governi ed establishment nell’affermare la propria volontà e i propri progetti. Il 2017 vedrà elezioni politiche in Olanda, Francia e Germania ma riteniamo non vi è alcun desiderio politico né da parte dei governi nazionali (per ragioni di opportunità interna) né da parte della Commissione di sollevare un nuovo problema di stabilità della moneta unica a distanza di 18 mesi dall’ultima crisi di Atene. Ci aspettiamo che la volatilità nei mercati rimarrà elevata, soprattutto per quelli obbligazionari e per quelli valutari. Il fronte rimbalzo della borsa italiana e dei bancari\finanziari europei hanno dato un notevole contributo positivo ai fondi di Consultinvest. Continuiamo a credere che l’Europa sia a sconto rispetto ad altre macro-aree geografiche anche se il mercato nel breve potrebbe andare incontro a prese di beneficio; la view di medio termine rimane impostata positivamente sull’azionario rispetto ai bond, conclude la nota.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti