Municchi (M&G): “Opportunità tra le banche italiane”

A
A
A
di Andrea Telara 17 Gennaio 2017 | 11:55
Per la strategist del team multi-asset della casa di gestione britannica, gli istituti di credito del nostro paese hanno valutazioni depresse ma gli utili sono in miglioramento.

FIDUCIA NELL’ITALIA – Valutazioni depresse e utili in miglioramento. Sono questi in sintesi, i due fattori che spingono Maria Municchi (nella foto)Maria Municchi Cropped Corporate Profile_CMYK-1, strategist del team multi-asset di M&G a guardare con interesse ai titoli delle banche italiane. Le azioni degli istituti di credito del nostro paese sono rimaste a lungo sotto pressione per vicende assai note, cioè per le notevoli difficoltà finanziarie di alcuni importanti gruppi come il Monte dei Paschi di Siena. Tuttavia, a parte i casi più problematici, per Municchi i prezzi di molti titoli italiani del comparto bancario sono attualmente interessanti. Per questo, in una conferenza tenutasi ieri a Milano dove ha illustrato le strategie del fondo multi-asset M&G Income Allocation Fund, Municchi ha detto che questo prodotto ha acquisito da tempo sui titoli bancari italiani una piccola posizione pari al 2% del portafoglio. Si tratta di una strategia che ha già dato buoni frutti visto che, approfittando degli ultimi rimbalzi delle azioni del settore, il fondo ha di recente realizzato delle prese di profitto. “Abbiamo fatto queste operazioni di vendita anche per riportare al 2% la quota investita nel segmento delle banche italiane”, ha detto Municchi che oggi, nel mercato azionario, considera ancora ben impostate in borsa anche le banche statunitensi, grazie al rialzo dei tassi d’interesse e “all’irripidimento della curva dei rendimenti”. Tra i settori e segmenti di mercato su cui è più esposto il fondo M&G Income Allocation ci sono anche le azioni della Corea e dell’Australia, i Reit (real estate investment trust) giapponesi. Nel comparto obbligazionario le preferenze vanno sui Treasury bond americani, sulle obbligazioni dei paesi emergenti “che”, ha detto Municchi, “hanno già scontato molta negatività” e sui titoli di stato dei paesi periferici, dell’ Italia, della Spagna e soprattutto del Portogallo, visto che il loro spread con i Bund tedeschi non appare attualmente del tutto giustificato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

M&G, la ricetta per distinguersi nel 2020

Troppi riscatti, M&G sospende un fondo

Investimenti, il paradosso azionario

NEWSLETTER
Iscriviti
X