Fidelity International sponsorizza la CFA Research Challenge

A
A
A

Sono otto le università italiane che si sfideranno con l’analisi finanziaria di Recordati.

Chiara Merico di Chiara Merico1 febbraio 2017 | 14:08

LA SFIDA – Nuova edizione per CFA Research Challenge, la competizione di finanza organizzata da CFA Institute alla quale ogni anno partecipano le migliori università al mondo. In collaborazione con FactSet, Fidelity International e PwC, CFA Society Italy coordina la sfida locale che coinvolge gli studenti di 8 atenei italiani.
All’edizione 2017 prendono parte 8 squadre provenienti da: Università Bocconi, Università Cattolica di Milano, Politecnico di Milano, Università Ca’ Foscari, Università di Modena e Reggio Emilia, Università di Pavia, Libera Università di Bolzano e Università Politecnica delle Marche. Ciascun team, disponendo delle competenze di merito di un mentor e professionista CFA e dei sistemi analitici e finanziari FactSet, ha il compito di analizzare una società quotata in Borsa Italiana. L’oggetto di studio di quest’anno è Recordati, gruppo internazionale con sede a Milano che, con circa 4.000 dipendenti, si dedica alla ricerca, allo sviluppo, alla produzione e alla commercializzazione di prodotti farmaceutici. Partendo da una sessione di confronto aperto e diretto con il top management e il team di investor relator di Recordati, gli studenti in gara dovranno redigere un report “Initial Coverage” e presentare il proprio lavoro in lingua inglese a due panel distinti di professionisti del settore finanziario, tra cui analisti, gestori di portafoglio e responsabili degli investimenti.

TRE LIVELLI – Secondo gli standard disposti da CFA Institute, la competizione si svolge su tre livelli. Alla prima fase nazionale, che si chiude con la vittoria della migliore squadra italiana, seguiranno le fasi regionali e quella globale. ll team vincente della finale italiana – che si terrà il prossimo 27 marzo a Milano presso gli uffici PwC – avrà l’opportunità di partecipare alla finale regionale EMEA a Praga il 26 e 27 aprile. La finale globale si disputerà sempre a Praga, il 28 aprile, con le squadre finaliste di Asia Pacifico e Americhe. L’eccellente grado di preparazione degli studenti del nostro Paese ha permesso al Made in Italy di primeggiare, con il team rappresentativo del Politecnico di Milano, alla finale regionale EMEA per ben due volte, nel 2016 e nel 2014, e a quella globale nel 2011.

UNA COMPETIZIONE FORMATIVA – “La CFA Institute Research Challenge è una competizione altamente formativa, che consente di avvicinare il mondo accademico a quello dei practitioner e delle società.” sottolinea Giancarlo Sandrin, presidente di CFA Society Italy. “Questa competizione consente inoltre di poter dar luce, in un contesto globale, non solo alle nostre università, che come spesso è accaduto negli anni passati, si sono posizionate tra le finaliste, ma consente anche di far conoscere brillanti realtà italiane come la Recordati che quest’anno sarà oggetto di analisi. Un ringraziamento va inoltre dato a FactSet, Fidelity International e PwC, che supportano la realizzazione dell’iniziativa”.  Alberto Chiandetti, gestore di FF Italy Fund di Fidelity International, ha commentato: “La ricerca è uno dei punti di forza di Fidelity International perchè ci supporta nella selezione delle idee di investimento su cui puntare. Abbiamo deciso 4 anni fa di abbracciare l’iniziativa della Research Challenge, organizzata dal CFA Institute, perché rappresenta un’opportunità stimolante per i giovani studenti di sperimentare come venga condotta l’attività di ricerca nel concreto. Inoltre, e anche quest’aspetto è parte fondante della nostra identità, riteniamo centrale e arricchente la dimensione internazionale della competizione, che porta gli studenti a confrontarsi con progetti, team e idee su scala globale”.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Pictet Am: i mercati non temono la grande coalizione all’italiana (né la vittoria del centrodestra)

Il mercato ha una sua razionalità: tutti gli ultimi appuntamenti politici, anche quelli che si sono ...

La mobilità del futuro mette il turbo al fondo Decalia Millennials

Il fondo Decalia Millenials si colloca al primo posto nella categoria Morningstar Azionari Internazi ...

Nuovo polo di gestione per Bnp Paribas Am

Con la creazione di MAQS - Multi-Actifs, Quantitatif et Solutions, la società punta a perseguire il ...