Intesa Sanpaolo, più 3 miliardi di utile nel 2016, quasi un quarto grazie a Fideuram Ispb

A
A
A
di Andrea Telara 3 Febbraio 2017 | 15:46
Il gruppo guidato da Carlo Messina conferma anche il dividendo di oltre 3 miliardi

PROFITTI E CEDOLE – Il gruppo Intesa Sanpaolo ha chiuso l’esercizio 2016 con un utile netto per 3,1 miliardi, in crescita del 13,6% rispetto al 2015. I risultati sono stati possibili grazie a un ottimo quarto trimestre dell’anno, che si è chiuso con profitti netti di 776 milioni, nonostante alcune poste straordinarie come la svalutazione per 226 milioni del fondo Atlante e i 473 milioni di contributi al Fondo di risoluzione. Buona parte del risultato è dovuto anche alla divisione Divisione Private Banking che serve il segmento di clientela di fascia alta tramite Fideuram Ispb, che ha avuto un utile netto di 710 milioni di euro, con una crescita 7,1% rispetto ai 663 milioni del 2015.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Reclutamenti, Fideuram sempre in pole position

Fideuram, una forza senza pari: da sola il 30% della raccolta del settore

Top 10 Bluerating: Fideuram non ha rivali sui Bric

NEWSLETTER
Iscriviti
X