Bnp, asset tossici in due fondi speculativi? La società smentisce

A
A
A

Due fondi speculativi del gruppo bancario francese Bnp Paribas, Opportunity’ e Serenity, sembrerebbero appesantiti da asset tossici.

di Redazione29 dicembre 2010 | 14:00

Lo rivela il settimanale satirico Canard Enchaine, spiegando che “gli investitori che avevano affidato loro i propri euro non vi hanno più accesso, e sono pregati di pazientare”. I due fondi, che insieme gestiscono circa 376 milioni di dollari, sono «temporaneamente sospesi» da novembre, secondo un documento di Bnp Alternative Funds citato dal giornale, perchè alcuni dei loro asset sono divenuti difficili da vendere.

Diversi hedge fund presenti tra gli investimenti di Opportunity e Serenity spiega un portavoce della banca, «vedono fuggire i propri investitori mentre le richieste di riacquisto aumentano». La gestione dei due fondi, entrambi domiciliati in Lussemburgo e non commercializzabili in Francia, è stata ora affidata alla filiale di Bnp Paribas Harewood asset management, nella speranza che «li tiri fuori da questo ginepraio».

Intanto ecco la risposta della società, sempre ripresa da Ansa. Il congelamento dei due fondi speculativi del gruppo bancario francese Bnp Paribas è «una misura puramente tecnica» e «temporanea», e «non un provvedimento d’urgenza» legato a una presunta fuga degli investitori. Lo precisa all’Ansa un portavoce della società francese, smentendo la notizia pubblicata dal settimanale Canard Enchainè. «Si tratta di due fondi riservati a una clientela molto selezionata e molto informata» ha spiegato, che sono stati bloccatti «per ragioni amministrative, dato che Bnp Paribas ha deciso di assegnare ad un’altra società la loro gestione». L’azienda smentisce inoltre anche l’informazione, pubblicata sempre dal Canard Enchainè, secondo cui i due fondi sarebbero gravati da asset tossici. «Si tratta di due fondi di fondi – sottolinea la portavoce – che non contengono assolutamente asset tossici».


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fineco, sempre calda la raccolta estiva

Banche italiane, Fitch storce il naso

Fineco alla prova dei risparmiatori

Unicredit e Adiconsum sulla strada dell’educazione finanziaria

Poste si unisce al ponte della solidarietà

Le banche popolari fanno ricche le imprese

Presunte strane proposte commerciali, ex Fideuram viene sospeso

Deutsche Bank, tira aria di fusione

La robo advisory che punta alle news

Banche, prestiti col vento in poppa

Citi concilia con la Sec

Unicredit e la fame immobiliare

Generali cambia vestito al gestito

Etruria, Consob annullata

L’inutilità delle fusioni bancarie

Intesa Sanpaolo, il portafoglio nello smartphone

Come ti fidelizzo il private banker

Il trionfo social di Unicredit

Vigilanza, la linea morbida della Bce

IWBank PI, la consulenza tiene duro

Credit Agrigole, un portafoglio Npl destinazione Phoenix

Banche vs clienti, vizi e virtù dell’ABF

Mps torna sul mercato

Asset allocation, bye bye bull market

Mediobanca-Azimut, botta e risposta tra le righe

Banca Euromobiliare, sferzata private

Acquisizioni, Mediobanca ha il colpo in canna

Unicredit, l’utile in calo ma sopra le attese

Banche, sui conti dormienti interviene il Mef

Banca Mediolanum, raccolta quasi dimezzata

Deutsche Bank FA, scatta l’operazione crescita

Diamanti: Mps, il rimborso ritarda…ma arriva

Banco Bpm, il bilancio sorride

Ti può anche interessare

Savills Investment Management rafforza la struttura con una nomina

Savills Investment Management rafforza la sgr italiana con l’ingresso di Marco Zorzetto nel ruolo ...

La Française e Global Property Research lanciano un nuovo indice

La Française e Global Property Research lanciano un nuovo indice nel settore immobiliare: è il GPR ...