Beni Stabili, l'utile netto segna +10%

A
A
A

La società guidata da Aldo Mazzocco, ha chiuso i primi nove mesi del 2008 con un utile netto in crescita del 10,4% a quaota 69 milioni di euro, rispetto ai 62,5 dello stesso periodo dell’anno precedente. Sono migliorati anche il reddito operativo e il rapporto tra debiti finanziari netti e portafoglio immobiliare.

Avatar di Redazione12 novembre 2008 | 15:00

Il Consiglio di Amministrazione di Beni Stabili ha chiuso i primi nove mesi del 2008 con un utile netto pari a 69 milioni di euro registrando un +10,4% rispetto ai 62,5 milioni del 30 settembre 2007.

In crescita anche il reddito operativo è passato da 201,7 milioni del 2007 ai 222,9 milioni del 2008 segnando un +14%. Tale miglioramento deriva essenzialmente, si legge nel comunicato, dal contributo del margine delle vendite degli immobili destinati alla commercializzazione, di investimento e detenuti per la vendita che è passato da 1,2 milioni del settembre 2007 agli attuali 8 milioni come conseguenza dell’avanzamento del processo di vendita pari a 96 milioni in termini di valore IAS a fine settembre, dell’incremento del margine da servizi che è passato da 4,9 milioni di Settembre scorso agli attuali 7,2 milioni, e della diminuzione dei costi generali scesi da 25,1 milioni a 23,6 milioni.

A livello patrimoniale il valore complessivo del portafoglio immobiliare della società guidata da Aldo Mazzocco (nella foto) è pari a 4,56 miliardi di euro. Mentre i debiti finanziari netti sono diminuiti di 60 milioni, passando da 2,32 miliardi di giugno 2008 a 2,26 miliardi di fine settembre 2008.

In conseguenza di tale variazione il rapporto tra debiti finanziari netti e portafoglio immobiliare di Gruppo (LTV) è migliorato da 50,6% di fine giugno a 49,6% di fine settembre 2008 con un debt/equity ratio che si attesta a 1,1.

Il CdA ha, inoltre, approvato la costituzione di una nuova Business Unit dedicata ai rapporti con le Amministrazioni Locali per cogliere le opportunità derivanti dal nuovo ruolo che queste rivestono alla luce di quanto previsto dall’art. 58 della Legge 133/2008, che assegna a quest’ultime poteri specifici per la valorizzazione del demanio pubblico.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Cdp, Mazzocco pronto a lasciare?

Fondi immobiliari, Beni Stabili lancerà nuovi comparti

Beni Stabili, countdown per la SIIQ

Ti può anche interessare

Gli hedge fund scommettono contro i bitcoin

Gli hedge fund stanno creando un grande short nel mondo del bitcoin? ...

Investimenti immobiliari: ecco le città dove rendono di più

In questo momento il mercato immobiliare è appetibile per chi volesse investire: le quotazioni si s ...