L’Empire State Building sempre più vicino alla quotazione a Wall Street

A
A
A
di Redazione 18 Marzo 2013 | 09:06

La famiglia Malkin, a cui fa capo la gestione del prestigioso edificio, ha già ottenuto i tre quarti dei voti necessari per procedere alla quotazione.


TRE QUARTI DEI VOTI – L'Empire State Building, il grattacielo simbolo di New York, scalda i motori per lo sbarco a Wall Street. La famiglia Malkin, a cui fa capo la gestione del prestigioso edificio, ha già ottenuto i tre quarti dei voti necessari per procedere alla quotazione. Un risultato inaspettato in così breve tempo e che è "incoraggiante" afferma l'amministratore delegato di Malkin Holding, Anthony Malkin, con il Financial Times. L'ipo punta a raccoglire circa un miliardo di dollari, così da diventare una delle maggiori nell'industria immobiliare da anni.

LA LOTTA INTERNA – La famiglia Malkin ha proposto la creazione dell'Empire State Reality Trust, una società da quotare in Borsa in cui far confluire l'Empire State Building e altre proprietà che fanno capo alla famiglia. Una proposta che si è scontrata con alcuni investitori nell'Empire State Building, contrari per motivi sentimentali a cedere l'investimento e convinti che l'operazione rischi di tradursi in perdite. L'opposizione si è trasformata in una battaglia ma l'aver già incassato i tre quarti dei voti necessari per procedere è una vittoria per i Malkin.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X