Crisi dell’euro, cala il rischio percepito

A
A
A
di Luca Spoldi 14 Gennaio 2013 | 15:16

Secondo un'ampia maggioranza di investitori la crisi manterrà un andamento altalenante, ma il rischio percepito di una rottura è minore oggi di sei mesi fa


EURO, LO SPETTRO DELLA DISSOLUZIONE SI ALLONTANA – La grande maggioranza degli investitori contattati da Morgan Stanley ritiene che la crisi del debito sovrano dell’Eurozona continuerà a mantenere un andamento altalenante. “Detto questo, il 64% di loro ritiene che la propria valutazione personale del rischio di una rottura dell’euro sia diminuita dalla metà del 2012” scrivono gli analisti in una nota.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti