Gli investitori non si fidano del rally

A
A
A
di Luca Spoldi 30 Marzo 2016 | 08:32

Marzo pare destinato a chiudersi con un recupero attorno al 2% per i mercati azionari europei. E' la variazione mensile più contenuta da 12 mesi e conferma come la fiducia degli investitori resti bassa

Rally finito per i mercati europei? Dopo aver perso il 17% da inizio anno ai primi di febbraio ed essere rimbalzati del 14% da allora a metà marzo, nelle ultime due settimane gli indici dei listini europei si sono mossi in un range molto stretto e si preparano, salvo sorprese, a chiudere il mese con un guadagno attorno al 2%, segnando così la variazione più contenuta da 12 mesi in qua.

INVESTITORI RESTANO GUARDINGHI – Chi è uscito nel corso della fase ribassista esista a rientrare, mentre i dati macro continuano a deludere le attese da inizio anno e questo rafforza la diffidenza degli investitori. Persino la mossa della Bce di inizio mese, che ha visto il taglio di tutti i tassi di riferimento e l’estensione del programma di quantitative easing, sembra non aver convinto del tutto gli investitori, così come la decisione della Federal Reserve, ribadita anche ieri da Janet Yellen, di mettersi alla finestra rendendo ancora più “morbido” il previsto futuro rialzo dei tassi ufficiali Usa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

5 titoli da comprare sui listini europei

Finanziari europei in crisi, peggio di tutti fa Royal Bank of Scotland

Si torna a scendere, in scia ad assicurazioni, auto ed energia

NEWSLETTER
Iscriviti
X